venerdì 5 febbraio 2016

MELANZANE ALLA RICCA!!!


La povertà del futuro sarà l'ignoranza e le differenze sociali degli a venire saranno stabilite...


Più che dal denaro, dalla cultura di sa qualcosa e chi niente...
Luciano De Crescenzo (1928)


La cultura non è un di più o un optional ..
Fa parte del bagaglio di conoscenze che tutti o quasi dovrebbero acquisire nel tempo ..un poco per volta..
A partire dai banchi di scuola..
E soprattutto sapere le cose senza dover ricorre a Google o allo smartphone..
Ormai la storia, la geografia sono bandite quasi completamente dai piani di studio...
Ma sapere qual'è la capitale di un paese, dove si colloca nel pianeta, sapere almeno la storia recente dovrebbe essere un obbligo..
Tanti, ne sono certa, non conoscono neanche il nome del nostro capo della repubblica..
E tanti giovani entrano nelle scuole asini e asini ne escono perché non hanno capito che la scuola non è un parcheggio..non è un luogo dove continuare a smanettare sui cellulari a discapito dell'attenzione che dovrebbero prestare alle lezioni che stanno seguendo..
Forse ora, con la grande disoccupazione giovanile, genitori e ragazzi forse..ripeto  hanno capito che la scuola, i centri di formazione sono una cosa seria che permette loro di trovare lavoro... 


Parliamo  ora di questa ricetta..anche la cultura del cibo è una cosa seria, che, se approfondita, può procurare lavoro se si segue un percorso formativo che possa permettere nel tempo, con dedizione ed impegno di trovare un impiego...

Tempo di preparazione: circa 30'
Costo: Basso
Difficoltà:*

INGREDIENTI
UNA GROSSA MELANZANA
ALCUNI POMODORINI
1 PATATA GROSSA
QUALCHE GOCCIA DI TABASCO
1 CUCCHIAIO DI ERBA CIPOLLINA 
UNA MANCIATA DI OLIVE VERDI O TAGGIASCHE
1 SCATOLETTA DI FILETTI DI TONNO SOTT'OLIO NOSTROMO
1 CUCCHIAIO DI ACETO BALSAMICO ( FACOLTATIVO)

 Lavare, asciugare la melanzana eliminare il picciolo e tagliarla con l'apposito attrezzo per il lungo..
Oppure tagliarla a fette spese non più di 1 cm..
Salarle e farle spurgare per 30'..
Quindi sciacquarle e asciugarle e grigliarle su una piastra antiaderente...
Mettere da parte per il momento..
Sbucciare e tagliare a tocchetti la patata e cuocerla a vapore per 3'/4' in pentola a pressione..
Appena possibile ridurla a purea con l'apposito attrezzo o con una forchetta se non lo si possiede..
Porre il tutto in una scodellina, condire con il tabasco e l'aceto balsamico..
Salare, pepare e mescolare per bene...


Unire ora l'erba cipollina fresca tagliata a pezzetti o quella disidratata prima leggermente inumidita con poca acqua...


Tagliare a metà i pomodorini, svuotarli e porli a faccia in giù per eliminare l'acqua in eccesso, quindi tritarne una parte..


In un'altra scodellina porre i dadini di pomodoro, aggiungere  le olive verdi tritate grossolanamente o quelle taggiasche lasciate intere e i filetti di tonno sgocciolato dall'olio di conservazione e sminuzzati con una forchetta..
Mescolare con cura..



Sulla metà di una fetta di melanzana precedentemente grigliata spalmare il composto di purea di patate..


Completare la farcitura della fetta di melanzana con il mix preparato prima e richiudere a libro fissando il tutto con uno stuzzicadenti ...


Disporre le melanzane come appare in foto e contornare con fettine di pomodorini...


Et voilà..il piatto è servito!!

4 commenti:

Angie ha detto...

Bhe per quanto riguarda il discorso sulla cultura a volte può capitare il contrario. Ai tempi mi ero iscritta al liceo classico sia per la preparazione culturale che dava, sia perché ovviamente adoravo la letteratura. Purtroppo sono capitata in una sezione (che per di più vantava di essere la più pesante) dove la prof di italiano non aveva alcuna voglia di insegnare. Erano i suoi ultimi anni da insegnante prima di andare in pensione.
Conseguenza di tutto ciò è stata che molti degli autori più importanti della letteratura italiana li conosco solo per nome. Pian piano ho approondito tali lacune da sola, ma non è stato facile. A volte ci vuole tanta fortuna nella vita e la giusta combinazione degli elementi!

Per quanto riguarda la ricetta, credo che abbia proprio una bella combinazione! Mi hai fatto venire fame! Ti lascio questi appunti e corro a mangiare!

andreea manoliu ha detto...

Come hai ragione in ciò che riguarda i ragazzi del giorno d'oggi. Io ringraziando Dio ho i miei ragazzi che si impegnano tantissimo, ma a volte ci sono dei professori che non hanno proprio voglia di fare il loro dovere come si deve e loro devono cercarsi da soli le cose per poter capire qualcosa, non solo in italiano, ma spesso anche in inglese, ma prima o poi avrà ognuno il suo premio per il bene o per il male che lo fa.Passando a queste melanzane non posso dire altro che sono signore melanzane, con quel ripieno sono favolose !

delizia divina ha detto...

Sembrano buonissime!

Mammazan ha detto...

@Angie
Anche a me è capitato qualcosa di simile nelle superiori...
La professoressa di italiano non valeva niente, solo quella di fisica era in gamba...
In tutto dalle elementari alle supertiori credo di avere avuto in tutto solo 3 professori che hanno lasciato il segno