giovedì 19 febbraio 2015

Crostata con composta di prugne ramassin e...


All'avvocato bisogna contare le cose chiare...


A lui poi tocca imbrogliarle..
Alessandro Manzoni ( 1785-1873)



Per fortuna sulle foto fatte con la digitale è possibile rilevare quando sono state scattate...benedetta tecnologia!!
E quelle relative a questa ricetta risalgono addirittura al novembre 2011...ricetta dimenticata nel mio quaderno di appunti...
Ora ho deciso di fare dei controlli e pubblicare quelle più vecchie in modo da ordinare il mio "archivio" in modo più organico...
Insomma ho deciso di essere meno pasticciona!
La crostata che propongo oggi alle amiche ( le foto fatte in passato lasciano un po' a desiderare sperando che quelle che faccio ora siano migliori) è piuttosto semplice...
Per fare prima si può usare della pasta frolla pronta ( ma credo che quella fatta con le nostre manine sia comunque migliore) e della marmellata acquistata al super..
Io ho preparato la composta di ramassin come al solito: frutta e zucchero e non cuocendola troppo ..
Ho quindo conservato i vasetti in frigo perché pensavo, come poi è successo, di farla fuori in breve tempo..
La mia cara consuocera me ne aveva dato un sacchetto  di questo tipo pregiato, almeno per me,  di prugne  congelandole  crude e già denocciolate...
Una vicina gliene aveva regalato in quantità e non potendo cucinarle tutte le aveva surgelato  una parte.
Inutile aggiungere quanto questa composta fosse profumata...

Tempo di preparazione : per la pasta frolla circa 10' con il mixer.
Per la composta circa 40'
Costo; basso
Difficoltà:*

INGREDIENTI

Per la pasta frolla
250 gr di farina 00
1 uovo e un tuorlo
100 gr di burro
100 gr di zucchero
1 pizzico di sale 
La buccia di un limone bio

Per la farcitura
1 busta  di crema pasticcera pronta 
50 gr di cioccolato fondente a pezzetti
1 vasetto da 350 gr di composta di ramassin o altra marmellata a piacere

Frullare la buccia ben lavata ed asciugata di un limone biologico con lo zucchero...



Versare la farina nel boccale del mixer con un pizzico di sale e il burro freddo a pezzetti...
Mancano le foto della preparazione della frolla ma ora provvedo...
Aggiungere lo zucchero profumato con la buccia del limone, l'uovo intero e il tuorlo ed azionare il robot fino a quando si forma una palla...
Va lavorata brevemente e posta in frigo per almeno 30' ben avviluppata con pellicola trasparente..



Ecco qui sotto la composta di ramassin...



Preparare la crema pasticcera secondo le istruzioni allegate alla confezione...
Mescolarla con il cioccolato fondente tritato a coltello e non troppo finemente  e distribuirla sulla pasta frolla stesa con il matterello e sistemata in uno stampo su cui ho posto un foglio di carta da forno bagnato e strizzato..



Distribuire in modo uniforme la composta e passare il matterello sui bordi dello stampo in modo da eliminare l'eccedenza di pasta frolla...



Rilavorare gli avanzi di frolla e ritagliare delle strisce da sistemare a mo' di griglia sulla crostata,..
Pennellare il tutto con poco late ( lo preferisca all'uovo perché tende e scurire troppo ed in breve tempo rispetto al tempo di cottura del dolce)...



Infornare in forno preriscaldato e ventilato a 160° per circa 25'/30'...



L'idea di crostata  è questa che vi sto proponendo ...fate voi, care amiche , tutte le varianti che vi sono più congeniali!!!
A presto!!

1 commento:

TheBella70 ha detto...

Carissima Grazia, è sempre un piacere leggere le tue ricette.... sono così buone e profumano di casa.... di amore e di passione per la cucina!
Credo proprio che ricopierò questa ricetta per farne la torta di compleanno della mia "bimba" più grande, che martedì compie 14 anni! Lei, come la sua sorellina, adorano il cioccolato, ma hanno fatto una visita pochi giorni fa e, per il momento non possono mangiare cioccolato, latticini, farina con glutine (questa sempre), e altre cose, quindi via il cioccolato, via la panna e latticini..... bè, direi che una bella crostata con buona composta o marmellata, ci sta proprio bene! Un forte e affettuoso abbraccio, Claudia.