sabato 25 ottobre 2014

Torta salata di biete


C'è chi crede che tutto gli sia dovuto, ma non è dovuto niente a nessuno.


Le cose si conquistano con dolcezza ed umiltà...
Madre Teresa di Calcutta ( 1910-1997)


Sono rimasta scioccata quando ho letto sul giornale il tema-choc fatto svolgere da due maestre neanche tanto giovani... direi in età e probabilmente vicine alla pensione....


"Uccideresti prima  mamma o papà?"
Vorrei tanto sapere cosa gira nella testa della gente e in questo caso di docenti che dovrebbero essere esempio di equilibrio mentale ( qui c'è da pensare che manchi), di educazione... per non parlare del resto...
A volte manca la formazione, manca l'amore per il proprio lavoro, manca soprattutto l'amore e il rispetto per i bimbi che i genitori affidano loro con la speranza che la permanenza nelle aule scolastiche sia proficua per la loro crescita intellettuale...
I ragazzi vanno a scuola per imparare e non per essere oggetto di oltraggio psicologico ...cosa potranno mai scrivere in un tema come quello proposto dalle due insegnanti??
 A volte qualche persona stupida chiede ancora, ne sono certa,: "Vuoi più bene a papà o a mamma?"
E cosa può dire  un bambino??
Magari, se ne fosse in grado o avesse prontezza di spirito.  risponderebbe :" Sono fatti miei!!"
 Ho tante amiche insegnanti, che svolgono con amore e passione la loro "missione", è il caso di evidenziare la parola,  che sono rimaste inorridite da questo episodio, uno dei tanti, che ogni tanto vengono a galla  riportate  dai vari mezzi di informazione..


Passiamo alla ricetta che è meglio!!

Tempo di preparazione: circa 30'
Costo: basso 
Difficoltà:*

INGREDIENTI


1 confezione di pasta sfoglia fresca o surgelata ( in questo caso  calcolare il tempo per lo scongelamento)
250 gr di biete gia cotte
1 spicchio d'aglio
2-3 cucchiai di olio extravergine
40 gr di mandorle
250 gr di ricotta
2 uova
100 gr di pecorino fresco
1 cucchiaio di vino bianco secco
la buccia grattugiata di un limone
 1 pizzico di lemon gras Cannamela  ( facoltativo)
4-5 fette di pancetta arrotolata ( facoltative)

Per prima cosa lessare in pochissima acqua salatale le biete, scolarle, strizzarle per bene, tritarle, e passarle in padella con uno spicchio d'aglio che va eliminato a fine cottura..
Metterle da parte e farle raffreddare...


In una scodella mescolare le uova intere con la ricotta....


Le mie mandorle sono state tostate un momento in forno ma, se si va di fretta, possono essere usate anche così come come sono.
Vanno tritate grossolanamente...


Mescolare alle uova amalgamate con la ricotta le mandorle tritate, la buccia di limone grattugiata e il pecorino fresco tagliato a dadini...


Unire un cucchiaio di vino bianco e un pizzico di  lemon gras 
Quest'ultimo è facoltativo...


Per ultime aggiungere le biete saltate precedentemente in padella e amalgamare il tutto...


Ci siamo quasi...
Sistemare in una teglia di 22 cm di diametro la pasta sfoglia con la carta da forno in dotazione e bucherellarla...


Disporre sulla pasta sfoglia due strisce di carta da forno come appare qui sotto...


Sistemare sulle strisce una teglia un poco più piccola di quella che contiene la pasta sfoglia...
Questa operazione è utile  per evitare  che i bordi della pasta sfoglia si ripieghino su se stessi durante la cottura in bianco..



Riempirla di fagioli ( quando saranno  freddi si potranno conservare in un barattolo ben chiuso  e usare nuovamente per parecchie volte).
Porre la teglia così preparata  per la cottura in bianco della pasta sfoglia in forno preriscaldato e  ventilato a 170° per circa 15'...
Le due strisce di carta da forno permetteranno il sollevamento della seconda teglia senza problemi ...


Infornare nuovamente la scatola di pasta sfoglia per pochi minuti....


Ora disporre sul fondo qualche fetta di pancetta arrotolata  ( facoltativo) ...


Quindi la farcia che va livellata per bene...
Cospargere con poco pan grattato e qualche ricciolo di burro...


Infornare nel forno, che sarà ancora caldo per la cottura della scatola di pasta sfoglia, a 180° per circa 30'...


A tutti auguro una  buona domenica !!

8 commenti:

Catherine ha detto...

A beautiful torte. Catherine

carmencook ha detto...

Deve essere di una bontà incredibile!!!
Bravissima Grazia!!!
Un caro abbraccio e buona domenica
Carmen

~ Inco ha detto...

Sono senza parole su quello che si dice..Roda da matti!!
Meglio gustarsi una fetta di questa tua prelibatezza!!
Buona serata

Eleonora Gambon ha detto...

Ho giusto delle biete che chiedono pietà in frigo...

eli ha detto...

Svolgimento del tema:
Ucciderei prima la maestra che da simili temi!

Buttiamola sul ridere, ma c'è veramente da piangere a pensare che confidiamo l'educazione dei nostri bambini a persone così disturbate! mah!
Non ho più seguito la vicenda e non so come è andata a finire...
Consoliamoci con la torta di biete che è un comfort food e ci vuole!!!
Bacio

Pamela Rossi ha detto...

Sono d' accordo con te, a volte le persone sanno essere brutali e insensibili, e poi con dei bambini indifesi!!
Cmq questa ricettina è fantastica ;)
buona serata cara

nonnAnna ha detto...

Sono rimasta allibita nel sentire quella notizia... ma possibile che prima quelle "persone" (non oso chiamarle insegnanti) non avessero dato altri sintomi?
Auguriamoci siano state un caso unico e che i nostri figli/nipoti non debbano mai incontrarne.
Grazie per la tua favolosa ricetta che mi sono subito appuntata.
Tante serene e gioiose giornate a tutti
nonnAnna

matematicaecucina ha detto...

anch'io sono rimasta senza parole... anzi una ce l'ho, licenziamole! ottima la torta salata, chiaramente la copio!!! bacioni