venerdì 19 luglio 2013

Tortine al limone e alla lavanda


La ragione del più forte...


E' sempre la migliore..
Jean De La Fontaine ( 161-1695)


Ma come siamo contenti che non ci siano più giorni da bollino nero per le partenze dei vacanzieri!!!
Ciò significa soltanto che la gente non si muove più di casa:  non ha i soldi per andare più in là della propria regione senza contare quelli che non si muovono di casa..
Ma come siamo contenti che i distributori di carburante abbiano annullato lo sciopero... vale sempre il concetto espresso prima...la gente si muove meno e usa i mezzi pubblici o la bicicletta...
Ma come siamo contenti che i media abbiano smesso di martellare per la frase infelice di Calderoli...tanto a breve ne tirerà fuori qualche altra....
Invece impazza l'affaire Kazakistan, grave per carità, mentre  i problemi del paese rimangono fermi
Una sola volta è passata in tv l'intervista fatta ad  un imprenditore meridionale andato in fallimento perché doveva ad Equitalia €37.000 mentre vantava un credito nei confronti dello stato per più di un milione di euro....
Costui aveva 50 dipendenti...
Tutti a casa appassionatamente!!! 




Care amiche  scusate lo sfogo ma credo che anche per voi le coppe dell'ira siano ben colme!!
Consoliamoci con questi dolcetti!!


INGREDIENTI
250 gr di farina 00
1 bustina di levito per dolci
1 pizzico di sale
1 cucchiaino di lavanda secca
120 gr di zucchero
70 gr di burro
2 uova
55 gr di succo di limone
1/2 bicchiere di latte

Eccola qui la lavanda secca....


Va mescolata con cura alla farina precedentemente setacciata con il lievito e un pizzico di sale....


In una terrina montare con la frusta i tuorli con lo zucchero....


Unire il burro fuso e tiepido....


 E, per ultimo, il succo di limone....


Ottenuto una miscela ben amalgamata versarla poco per volta nella scodella in cui abbiano posto farina e lavanda e mescolare con cura....
Unire il latte se l'impasto dovesse risultare troppo sodo...


Per ultimi aggiungere gli albumi montati a neve fermissima con un pizzico di sale....
Vanno mescolati delicatamente con movimenti dall'alto verso il basso per non smontarli....


Suddividere la massa ottenuta tra le sei formine contenute nello stampo in silicone colmandole per non più dei 2/3...
Io, avendo avanzato un poco del composto  ho riempito anche 5 "vani" di uno stampo, sempre in silicone per muffin ....


Assestare il contenuto dello stampo sbattendolo con delicatezza sul piano di lavoro....


Quindi porlo in forno preriscaldato, ventilato con il termostato impostato sui 170° per circa 20'....
Lo stampo per muffin è stato infornato in un secondo tempo e la durata della cottura è stata un poco inferiore.....


Con poca fatica e soprattutto con poca spesa ecco un bel piatto di dolcetti .....


Ottimi a colazione e non solo!!!

5 commenti:

Ely ha detto...

Eccome se abbiamo le coppe dell'ira colme, tesorina.. guarda non commento che è meglio. Più che riempirmi la bocca di parole che non vorrei mai dire, è meglio che penso di riempirmela con queste delicatissime e poetiche tortine. <3 Sono una meraviglia sognante. Un abbraccio forte forte..

Roberta ha detto...

Pensa che la lavanda l.ho dovuta buttare!mio marito non tollera proprio il suo profumo..ahime' mentre io la amo!!!almeno mi godo la sua fioritura in giardino.ma se un giorno mio marito mi fa arrabbiare...be'....dolcetti di lavanda!!!

Vitti ha detto...

E' proprio vero, e sulla nostra pelle ogni giorno testiamo gli errori di anni di non politica. I dolcetti sono molto buoni, li proverò, avendo una bella pianta di lavanda che va potata....Magari si potessero potare anche i nostri problemi...

Elena ha detto...

Una vera meraviglia!!!
Un grande bacio e buon week end!!!

LeCiorelle ha detto...

Ottimiii chissá che profumo!