domenica 28 ottobre 2012

Non è necessario alzarsi all'alba per preparare gli SCONES (ricetta irlandese)

Dire che un delitto è opera di una società, il risultato matematico di alcuni "fattori ambientali"...





E' una di quelle offese che il nostro tempo rivolge continuamente alla libertà individuale e alla libertà in genere...
Vitaliano Brancati (1907-1954)



Qualche giorno fa ho ricevuto la telefonata proveniente da un call center: il ragazzo che mi aveva contattata ( si sentiva che era giovane e aveva un voce gentile) mi invitava a cambiare gestore telefonico a favore di Fast Web e mi ha elencato i vantaggi che questo cambio avrebbe apportato sia come prezzo che come velocità di connessione...
La proposta mi sembrava  interessante ma mi riservavo di parlarne con mio figlio che di solito mi consiglia bene..
Gli chiedo di ritelefonarmi il giorno dopo..
Nel frattempo mi sono consultata con Simone il quale molto sbrigativamente mi dice: "Di solito ti propongono qualcosa che conviene solo a loro"!



Puntuale il ragazzo mi ha richiamata  il giorno dopo e gli ho annunciato  che la sua proposta non mi interessava..almeno per il momento...
E lui mi ha ringraziata  per non avergli sbattuto il telefono in faccia subito fin dalla prima telefonata e per averlo ascoltato pazientemente..
"Ma perché avrei dovuto fare così? Lei sta lavorando e il lavoro di chiunque va rispettato"!
Pensiamo ogni tanto a questi ragazzi , a volte stranieri che parlano un ottimo italiano che per 6-8 ore al giorno, ininterrottamente e per poche centinaia di euro,   devono sciorinare le proposte convenienti o meno dei vari gestori telefonici o energetici ( si dice così?)....
Ministro Fornero sarebbe contenta se sua figlia o suo figlio dopo 20 anni di studio dovesse finire in un call center o a spazzare le strade ( con tutto il rispetto per la categoria) giusto per non chiudersi nel proprio guscio..Una volta entrati nel sistema si possono guardare intorno..intorno ma dove???
Pensiamo alla salute ..quando questa c'è ...a volte minata dalla disperazione quando il lavoro manca!
  
Tempo di preparazione: 20'
Costo: basso
Difficoltà:*

INGREDIENTI
270 gr di farina autolievitante
50 gr di burro
50 gr di zucchero di canna Bron sugar Malawi
140 gr di latte parzialmente scremato
30 gr di uvetta
Sciroppo d'acero Maple Joe q.b.

Intridere la farina con il burro a temperatura ambiente...




E questo è lo zucchero di canna che ho scelto per questi scones: Zucchero di canna della qualità Malawi adatto ai dolci e alla prima colazione....


Aggiungerlo alla farina che abbiamo appena mescolato con il burro e lavorare per bene l'impasto...


Unire poco per volta il latte fino ad ottenere una massa omogenea...



La ricetta originale prevedeva l'aggiunta dell'uva passa precedentemente ammollata in acqua tiepida e quindi strizzata e tamponata con carta da cucina..
Cosa che ho fatto ma, prevedendo che mio figlio non l'avrebbe gradita, ho diviso l'impasto  in due parti: nella seconda l'uvetta era assente.....
Senza sapere che lui avrebbe fatto fuori i due tipi..cominciando proprio dagli scones in  cui era presente proprio lei..la famigerata uva passa!!!


Lavorare l'impasto fino a quando l'uva passa si è perfettamente amalgamata...



Con il matterello stendere la sfoglia ad un'altezza di 1 cm o poco meno e incidere con un tagliapasta piccolo o, come ho fatto io, con un bicchierino...



Forse in questa foto si vede meglio lo spessore della sfoglia...



Un'astuzia: bagnare la teglia e farvi aderire la carta da forno così non si sposterà neanche di un millimetro..e adagiarvi i tondelli un poco distanziati ma neanche tanto ..
Cresceranno solo  in altezza....



Infornare in forno preriscaldato e ventilato con il termostato impostato sui 180° per circa 8'...



E qui entra in scena lo sciroppo d'acero...



Che renderà questi semplici dolcetti..indimenticabili...



Tanto per cominciare bene la giornata!!!
Buona domenica a tutti!!!

17 commenti:

annaferna ha detto...

ciao Grazia
anche io quando ricevo le telefonate in questione sono molto gentile perchè so la condizione in cui si trovano i ragazzi costretti a questo "lavoro".
Sei davvero speciale, sensibile e precisa (echetelodicoaffa!!!) e visto che mi sono alzata all'alba mi leggo per benino questa ricetta ^____^
bacibaci carissima

p.s.
io ho fastweb e mi trovo bene

matematicaecucina ha detto...

che buoni! se la leggevo prima li facevo a colazione, per il cambio d'orario sono sveglia già da tempo!
buona domenica, Laura

Elisabetta ha detto...

deliziosi questi scones,Grazia!!

a me succede,di dover tagliare le telefonate,con questi operatori,quando gentilmente spiego di non essere interessata alla proposta e loro,imperterriti,continuano a tenermi al telefono alle 13.00... quando sto preparando il pranzo..felice domenica,cara :)

elisabetta pendola ha detto...

ciao volevo salutarti e farti i complimenti per il blog e per la ricetta ci sono capitata per caso e m'è piaciuto! :)

Katya ha detto...

La tua gentilezza innata si distingue anche dalla dolcezza che ci offri nei succulenti post. Anch'io ho ascoltato con gentilezza e chiesto qualche giorno di riflessione, dopo ho accettato e da due anni sono serenamente tranquilla con Fastweb, salutando la "sanguisuga" telecom. Felice domenica!
P.S.I complimenti rivolti a me quando hanno gustato la mia marmellata di castagne,li dono a te per aver postato la ricetta. Grazie!

MarinaM (Ricette Reali) ha detto...

si hai ragione anche io cerco di essere gentile perché queste persone lavorano, ma
1 - non tutti sono cortesi, spesso aggrediscono;
2 - io lavoro da casa e spesso si mi infastidiscono, comunque anche se non stessi lavorando tu, operatore entri di forza senza invito nella mia casa, quindi se ti dico "no grazie" tu non stare ad insistere che magari mi irrito;
3 - se ricevo tre telefonate consecutive per lo stesso prodotto penso che mi state rompendo le scatole e che fra di voi non vi coordinate.
Insomma un lavoro difficile e rischioso perché entri a forza nelle case delle persone. dovrebbero tenerne conto e regolamentarlo il che non è.

Due Cuori e Una Padella ha detto...

Ciao, spero di riuscirli a fare anche io tra qualche giorno .. i tuoi sembrano bellissimi!!
Se ti va passa da noi e unisciti ai lettori fissi :)

http://duecuorieunapadella.blogspot.it/

Baciotti !!

Elisa Bonanni ha detto...

Quando ero studentessa universitaria ho fatto il lavoro di quel ragazzo, a quei tempi era anche poco diffuso, ma non ti dico quanta maleducazione ed ignoranza ho trovato...per uno stipendio che neanche poteva chiamarsi tale..no comment..quando trovavi qlc che ti ascoltava la giornata era buona...
Questi scones devono essere buonissimi, copio la ricetta!!
Ps: ti seguo, ti seguivo anche prima con il mio vecchio blog...sono una persecuzione hihi!!
Buona Domenica,
Elisa

EMI ha detto...

Ottimi i tuoi scones...da provare!!!
ps non commento il tuo post se no domani sto ancora scrivendo ^^ ciao cara a presto

Damiana ha detto...

Cara Grazia che sagge riflessioni!A volte dovremmo ricordarci che dall'altro lato,ci sono dei giovani come i nostri figli ed essere un pò più garbate!Cerco di non essere mai scortese e da ora lo sarò ancor meno!E se poi assaggiassi i tuoi scones diventerei ancor più mite e dolce!Bravissima come sempre!Un bacio cara!

Edith Pilaff ha detto...

Buonissimi gli scones!Inusuale l'uso dello sciroppo d'acero,idea che ti rubo subito!
Buona domenica.

Manuela e Silvia ha detto...

Ciao, infatti non serve alzarsi all'alba per fare gli scones...basta arrivare a casa tua appena li sforni ;P
Buonissima e morbida alternativa per la merenda!
baci baci

carmencook ha detto...

Che belli che sono Grazia!!!!
Devono essere meravigliosi!!
Mi appunto subito la tua splendida ricetta e li provo!!
Un bacione e buon inizio settimana
Carmen

eli ha detto...

E' vero ci sono operatori di call center gentilissimi. Ho diversi amici dei miei figli che hanno fatto o fanno questo lavoro...per due soldi!
Ma purtroppo devo anche dire che ce ne sono di disonesti (non i ragazzi, ma le aziende che si celano dietro) che approfittano di un tuo cedimento, di un si detto al momento sbagliato per rifilarti contratti mai richiesti da cui poi è difficilissimo recedere.
Per cui è sempre meglio tenere l'occhietto aperto, anzi l'orecchio e fare attenzione a come si risponde :)))))

Non ho mai fatto gli scones, prima o poi devo provare!!

Anonimo ha detto...

Ciao bravissima Mammazan, con la farina normale quanto lievito????
Le tue ricette sono sempre fantastiche!!
Silvia

elisabetta pendola ha detto...

buonissimi gli scones, complimenti!

Francesca ha detto...

Ore 14.00: ho letto la ricetta.
Ore 17.30: ho sfornato gli scones!
Non ho lo sciroppo d'acero... supplirò con una colata di miele o melassa!
Un bacio.
Francesca (Latina)