domenica 23 settembre 2012

SQUARE ALLA MELASSA E ZENZERO e..altre cose buone....


Se tu hai una mela ed io ho una mela
 e ce le scambiamo...



Allora tu ed io abbiamo sempre una mela ciascuno...


Ma se tu hai un'idea e io ho un'idea e ce le scambiamo allora abbiamo entrambe due idee...
George Bernard Shaw (1856-1950)


Care amiche...BUONA DOMENICA!!!!
Avverto subito: il post che mi accingo a pubblicare è lungo e pieno di immagini...
Se non avete tempo in questo momento tornate qui da me più tardi...penso ne valga la pena non solo per la ricetta del dolce ma anche per tutto il resto..
Dopo questa premessa spero di non deludere la vostra curiosità!


La scorsa domenica sono andata ad Avigliana  a trovare i miei  carissimi amici Renata e Luigi.
La nostra amicizia, e mi auguro che tutte voi possiate averne una così di lunga data (quasi 40 anni ) e così solida, risale a prima che lei ed io ci sposassimo..i nostri figli si conoscono da sempre!!!
Renata poi è una persona speciale: ottimo carattere, generosa, altruista...riesce vedere il lato positivo in ogni persona che conosce anche se a volte gli altri non riescono a scorgerlo...
Vittima di un gravissimo incidente occorsole più di due anni fa...abbiamo temuto per la sua vita..è riuscita a recuperare alla grande... ed è un esempio di come la volontà riesca a sconfiggere le avversità della vita...
Ogni volta che mi reco da loro ho con me il "Pronto Soccorso Gastronomico"anche se non ce n'è bisogno...lei prepara sempre una quantità di vivande che potrebbero bastare per i carabinieri a cavallo....
Oltre al solito Patè, preparato in quantità ospedaliere,  le ho portato l'Hummus di cipolline: potete ammirare qui sotto come lei ha decorato questo antipasto...le è bastato fare una capatina nel suo bel giardino e prendere ispirazione...




E' stato accompagnato da questa favolosa Barbera d'Asti della ditta Vinchio Vaglio Serra...


E come ha decorato e portato in tavola il Coronation Chichen...


E qui sotto ecco un particolare della rosa coltivata da suo marito che è un bravissimo giardiniere: nel poco tempo libero, che gli rimane dalla sua professione, riesce a curare le sue rose e non solo come potrete vedere in seguito...


Per le appassionate la bella rosa è una Pierre de Ronsard...
Luigi , per nostra fortuna, sa cucinare molto bene il pesce e, ad attendermi, ho trovato queste due belle orate...
Le ho trovate così..languidamente adagiate sulla grande teglia, con il pancino colmato da erbe odorose e contornata da fette di limone e 
da pomodorini..la prossima volta, gli ho suggerito, di metterne di più...


La novità, almeno per me, è consistita nel conoscere e assaggiare ( ne ho mangiato subito uno prontamente raccolto nel giardino) questo pomodoro nero....


Eccolo qui: il Pomodoro Nero di Crimea...
Vale sempre la pena di frequentare i miei amici..scopro sempre cose interessanti....


E qui sotto e nelle prossime foto i particolari di questa preparazione....



Il secondo è servito!!!



Dopo queste lungaggini ecco finalmente la ricetta che dà vita a questo post...
Melassa e zenzero: un'accoppiata formidabile!!!!

Tempo di preparazione: circa 25'
Costo: medio
Difficoltà:*

INGREDIENTI
300 gr di farina autolievitante
1/2 cucchiaino di zenzero in polvere
1/2 cucchiaino di cardamomo
1/4 di cucchiaino di noce moscata
1 pizzico di sale
1 uovo grande
70 gr di burro
70 gr di zucchero
3/4 di cucchiaino di bicarbonato di sodio
1.5 dl di Melassa Panela
1.5 dl di acqua bollente
40 gr di mandorle tritate
80 gr fra cedro e arancia canditi

Purtroppo non sono riuscita a trovare il cardamomo in polvere quindi ho dovuto estrarre i semini e pestali un bel po'..



Setacciare la farina autolievitante con le spezie e il pizzico di sale...



Con le fruste elettriche montare per bene il burro morbido con lo zucchero...



In una scodellina mescolare la melassa con la metà del bicarbonato..eventualmente unire un goccino di acqua...



Unire la melassa mescolata con il bicarbonato al composto burro-zucchero...



Mescolare la parte restante del bicarbonato con l'acqua bollente ( 1 1/2 dl )...



E, sempre con le fruste elettriche in funzione, versare l'acqua ben bollente  mescolata on il bicarbonato, alternandola alla farina.....


Fino all'esaurimento di entrambe...



Ora, quando il tutto è ben amalgamato unire l'uovo...



Seguito dai canditi e dalle mandorle tritate abbastanza finemente...



Ottenuta una massa omogenea versarla in uno stampo quadrato ( 20 cm. per lato) ben imburrato e infarinato....



Infornare in forno preriscaldato, ventilato con il termostato impostato sui 170° per circa 30' ...
Eseguire la prova dello stuzzicadenti: se il dolce è cotto a puntino deve uscire asciutta dall'impasto...



Quando il dolce è freddo trasferirlo su un grande piatto da portata e decorare con abbondante zucchero a velo e, se la di possiede con una mascherina come questa..molto romantica acquistata da IKEA
La ricetta è tratta con alcune variazioni dal ricco libro :" 1000 dolci e torte" fonte di numerose  consultazioni e spunti!!!

14 commenti:

Dory_Mary ha detto...

è tutta una meraviglia...complimentiiiiiiiiiiiiiii

Manuela e Silvia ha detto...

Ciao, insomma un ottimo incontro accompagnato da un'ottimo pasto...e non solo nel gusto, ma anche nella presentazione! Complimenti a tutti!
Particolare questa torta...ma si presenta assai invitante!
baci baci

annaferna ha detto...

carissima Grazia
abbiamo la fortuna di avere entrambe amici di vecchia data!Anche noi abbiamo una coppia di amici che ci fanno compagnia da molto tempo...i due lui da quasi 50 anni (dai tempi delle superiori) e come coppia da 40 anni anche noi!! Incredibilmente meravigliose le amicizie che durano tanto...puoi non vederti per mesi ma quando accade e come se il tempo non fosse mai passato!!
E ammiro con felicità e stupore quello che avete condiviso in questo vostro incontro!!
Un bacio a te e un saluto cordiale ai tuoi speciali amici che hanno la fortuna di conoscerti!!

Ely ha detto...

Grazia.. la tua torta è uno splendore e quel cuore la dice proprio lunga. Che bella la vostra amicizia, bella come quei fiori che decorano i piatti.. fresca, fine, profonda, profumata... sono felice che tu abbia accanto una persona come Renata. Il pomodoro nero vorrei tanto assaggiarlo, mi credi? E' da quest'estate che lo cerco! Un abbraccio forte forte!

Valentina ha detto...

Ciao Grazia :) Bellissima questa amicizia, vera e forte! :) I piatti che hai preparato sono splendidi e la tua amica li ha decorati divinamente, complimenti ad entrambe! Segno subito la ricetta della torta, deve essere deliziosa e poi la melassa so che rende il dolce molto morbido, vero? Devo provare :) Un abbraccio!

eli ha detto...

Che piatti! belli e buoni!
E che bell'amicizia :))))
La torta deve essere buonissima con il profumo delle spezie.
Buona settimana!

Simo ha detto...

che bella amicizia...e che bel pranzetto, of course!
Il dolce è semplicemente strepitoso.
Ti abbraccio e buon lunedì

Valentina ha detto...

Ciao Grazia, è sempre un piacere passare a trovarti!! Complimenti per la vostra amicizia, 40 anni sono tantissimi ed è ormai un miracolo trovarne una così vera e sincera..e che direi del pranzo?? C'è da leccarsi i baffi, conosco la Vinchio e Vaglio, è praticamente dietro casa del mio ragazzo e il vino lo prendiamo quasi sempre lì!!
Complimenti per il dolce e per tutto, bravissima!!
Baci e buona settimana!!

Isabeau ha detto...

che dire....quando la buona cucina è anche amore e condivisione. Splendido davvero!

E nelle tue righe si legge sempre tanta umanità che è una dote ormai rara

La cucina di Mila ha detto...

Melassa, zenzero e cardamomo....che favolosi sapori, li adoro, è una torta che farò sicuramente ma l'aspetto più importante che trasmetti è la bellezza e l'arricchimento che danno la condivisione e l'amicizia. Grazie :-)

Rosa Forino ha detto...

mmmhhh sembra squisita grazie per essere passata a trovarmi :-) a presto rosa.kreattiva
http://kreattiva.blogspot.it

matematicaecucina ha detto...

...e vale sempre la pena di passare da te, neanche io sapevo dell'esistenza del pomodoro nero ma adesso lo cerco, ho curiosità di conoscerne il sapore.
Ottima la tua square, di primo acchito avevo pensato che ti eri trasformata in un ingegnere e ti eri messa a costruire piazze...la torta mi piace di più.

Giovanni, Peccato di Gola ha detto...

ma quante ricette *_* non dirmi che devo scegliere :D perchè vorrei proprio tutte :D

Katya ha detto...

Il post è "piacevolmente lungo e delizioso" e ... stringendo affettuosamente anche le tue "mani d'oro" ti ringrazio del commento! A presto ciao!