venerdì 16 marzo 2012

Schiacciata di pere e ...canotti e gommoni!



Se credessi in Dio crederei che la vita ci prometta un celestiale dessert...







Dopo un orribile pasto...


Fabrizio De Andrè ( 1940-1999)






La prima parte del titolo del post può apparire chiara ma la seconda è senz'altro criptica...


Qualche amica si potrà chiedere:" Ma cosa vuol dire quella pazza di Grazia, oggi??"


Ebbene  mi spiego subito: mi riferisco ai rifacimenti, ai restauri estetici cui si sottopongono non solo i personaggi femminili  che appaiono in televisione ma, ahimè, sempre un maggior numero di donne...della strada, salvo poi a pentirsene amaramente....


Labbra innaturali, gonfiate spesso in modo abnorme, con risultati disastrosi..


Non sembrano più tali ma protesi aggiunte ad un viso che ne risulta deformato...che appaiono dotate di vita propria indipendentemente dall'espressione del volto...


Ci ritroviamo a fissare solo quelle non facendo quasi più caso a cosa esce da quelle bocche  e ci si chiede come, le donne che si sono rifatte, riescano  a convivere  con un volto trasformato che non è più il loro...


Per non parlare del resto dei restauri che rendono il volto plasticoso....irriconoscibile...


Ma ritorniamo al tema di oggi..naturale che di più non si può!!!


Tempo di preparazione: circa 20' più il tempo di riposo della frolla altri 30'
Costo: basso
Difficoltà:*


INGREDIENTI


Pasta frolla all'arancia, per le dosi e preparazione vedere qui
1  grossa pera abate Fetel o quello che si ha a disposizione
80 gr di amaretti
1 uovo
2 cucchiai di zucchero
100 gr di panna Spray Pan
Un poco di cannella


Stendere la pasta frolla con il matterello ad uno spessore di 3-4 mm e disporla in uno stampo imburrato ed infarinato .....


Disporre sulla base le fette di pera tagliate abbastanza sottilmente.....








Sbriciolare grossolanamente gli amaretti e spargerli sulle pere in modo uniforme....







In una scodellina sbattere l'uovo intero con lo zucchero.....






Unire la cannella.....






E la panna, amalgamando per bene il tutto...






Versare ora questo composto sulle pere, rimboccare i lembi della frolla, avendo avuto cura di eliminare l'eccedenza e, con i ritagli ,formare le piccole decorazioni a forma di cuore ottenute con un tagliabiscotti di piccolo formato...




Infornare ora in forno preriscaldato, ventilato alla temperatura di 180° per circa 40°...



Ed ora non mi resta che augurare alle mie amiche a coloro che passano di qui un'ottima giornata e non solo in modo meterologico!!!!

24 commenti:

neam-neam.com ha detto...

pera e canella..... dolce combinazione.... <3

Claudia ha detto...

Una vera bontà.. per iniziare alla meglio questa ultima giornata lavorativa della settimana!!! Baci e buon w.e. .-D

Maria ha detto...

La vecchiaia è parte della vita, purtroppo c'è chi non lo accetta e si crea problemi ben più grandi! :)
La toRta è molto bella ;) abbinata pere e amaretti: OK :)

Yrma ha detto...

Pere e cannella sono tra i miei abbinamenti preferiti!Lo stesso non posso dire per i "restauri" che vedo ormai tutti i giorni...e se cerco di giustificare le donne dopo gli "anta", proprio non riesco le ragazze ancora nei 20!Con improbabili canotti e decolleté plastificati. Mi consolo con la tua torta!!!Ti prego dimmi che non sono la responsabile dei tuoi cuoricini!!!Ormai in rete mi chiamano regina di cuori..li metterei ovunque!!!:-))un bacio!!Buon venerdì!

La Gaia Celiaca ha detto...

bona bona questa torta.
sulle rifatte, non noi rifatte senza glutine, ma le rifatte vere, non dico niente, io che nemmeno mi trucco, non lo capisco proprio perché lo facciano, anche perché spesso sono più brutte di prima!

roberta ha detto...

non ti dico i commenti che fanno i miei figli su una mamma con labbra e seno rifatti!
La torta mi fa venire l'acquolino solo a guardarla ... ed è meglio che mi limiti a questo! Baci

Il blog di Ivana ha detto...

ottima...che bontà !

raffy ha detto...

deve essere buonissima...segno!!! e poi molto molto bella!

renata ha detto...

Che meravigliosa crostata e che dolcissimi cuori......
purtroppo siamo ormai contaminati da un'eccesso di rigonfiamenti che rendono tutte uguali ....senza sapere quanto sia bella la differenza!!!!
Ti abbraccio

Mari e Fiorella ha detto...

Pere e amaretti, abbinata eccellente, ciao buon w.e.

eli ha detto...

Un giorno ho visto sul metrò una signora dal viso tirato chirurgicamente. Sembrava un UFO le avevano talmente tirato le sopracciglia da dare agli occhi un aspetto innaturalmente obliquo. Orrore!
Evviva le belle facce con le rughette e lasciamo i canotti in riva al mare eheheheheheh!
Che bella torta, anche veloce da fare!
Un bacione ;)

Bettaroberta ha detto...

Ciao Grazia,

condivido il Tuo pensiero.
Amo vedere la "grandezza" sul viso di una donna cresciuta. E dico grandezza in quanto tutto ciò che appare sulla nostra faccia è il nostro trascorso, la nostra storia, le nostre piccolezze e le nostre grandezze.
Una plastica facciale nasconde molto di più di un po' di vecchiaia: infelicità, insicurezza, solitudine?!?
Penso di si, ma chi può dirlo, magari mi sbaglio.
A presto
Ciao Bettaroberta

*La Creatività di Anna * Anna's Creative Style* ha detto...

cliccate QUI x poter partecipare al Giveaway in corso nel mio blog, si vince due bottiglie di vino e 3 confetture di BACCO NON LO SA! BUONISSIMI!SCADE IL 28.03.12 VI ASPETTIAMO CUOCHE!

Elena ha detto...

Accade quando chi invecchia non lo fa con serenità, invece ogni età va vissuta con l'orgoglio di avere un passato alle spalle, un passato che si allunga ogni giorno portando con sè saggezza ed esperienza. Ciò che appare è destinato a sfiorire, ciò che ci caratterizza interiormente è destinato a durare per sempre. Un pò è come la tua torta, la sostanza è destinata (se buona e credo sia i tuo caso) a finire presto, il ricordo invece che avrà la tua famiglia del sapore del dolce durerà per sempre

Chiara ha detto...

che delizia, pazienza se metterò un pò di ciccia sui fianchi, ormai ci sono affezionata! buon weekend Grazia!

Donaflor ha detto...

ma quanto è vero quello che dici...! ho visto gente, che per restaurarsi...sono rimasti poi così deturpati! ma come si fa!!!
beh godiamoci questa schiacciata di pere che è una vera delizia!
bacioni

Simo ha detto...

concordo, credo che ognuno di noi debba accettarsi così com'è...certi ritocchi sono un disastro...ne conosco qualcuna io che si è conciata da buttar via!
Rubo una fetta, và...oggi son di corsa, mi serve per tenermi su! ;)
baciotti

delizia divina ha detto...

buona ottima ricetta!

matematicaecucina ha detto...

Io mi chiedo sempre come baciano con le labbra di plastica... ma forse non è un tema da blog di cucina. La tua torta è semplice e deliziosa, buona domenica, Laura

Giovanna ha detto...

che idea deliziosa un assaggino lo farei

elly ha detto...

Un tripudio di buoni sapori. Dalla frolla all'arancia, alle pere con la cannella! Che vogliamo di più???

Ilaria ha detto...

Certe volte delle persone così deformate dalla chirurgia estetica che ti domandi come facciano a guardarsi allo specchio tutti i giorni. Ma si piaceranno davvero??? Io non ci credo. La chirurgia estetica regala un sogno (l'idea della bellezza eterna), ma poi al risveglio potrebbe portare in un vero inferno (ad esempio, le labbra di cui parli te...).
Meglio mangiarsi dolci e dolcetti e accettarsi come siamo. Che potrà mai farci qualche rughetta e qualche chiletto in più??!

le ricette di Ninì ha detto...

credo che sia importante essere belli e giovani interiormente e accettarsi!!!la tua torta pare che sia buona e bella sia esternamente che internamente!!!complimenti!!!

Passiflora ha detto...

ottimo abbinamento pere e amaretti! gnam