giovedì 29 marzo 2012

Torta rustichella alle pere in veste pasquale



Lo stare insieme è nello  stesso tempo per noi essere liberi come nella solitudine...





Essere contenti come in compagnia...


Emily Bronte ( 1818-1848)







Ecco una tortina semplice semplice adatta alla colazione e 


infiocchettata, senza sforzo alcuno, per un minimo di


 decorazione.




Ottima  per la colazione..ebbene sì una sostanziosa


colazione ci vuole proprio per affrontate la giornata con tutti i 


problemi che oggi si pongono....


Ho appena sentito un paio di telegiornali e con una stretta al


 cuore ho seguito i casi di coloro che a causa delle recenti 


norme introdotte nel campo del lavoro ..mi riferisco anche


 agli "esodati"  che vedono il loro futuro nerissimo con la 


prospettiva di mesi senza stipendio alcuno...e senza la


possibilità di ricollocazione....


Gente che non è anziana..oggi a 55 anni o poco più non lo


 si è affatto.. ma troppo vecchi per il mercato spietato del 


lavoro...




Voci sconsolate che si levano colme di interrogativi..... 





Tempo di preparazione: circa 30' ( sono sempre, credo,


imprecisa per eccesso circa i tempi di preparazione anche


 perché ogni volta che adopero qualche oggetto lo rimetto


 subito a posto o nella spazzatura, per quanto riguarda gli


 scarti: per me avere il piano di lavoro libero è veramente 


importante)

Costo: medio


Difficoltà:*

INGREDIENTI

150 gr di farina 00


100 gr di farina di mais Fioretto


14 gr di lievito per dolci


1 pizzico di sale


1 pizzico di cannella


70 gr di gherigli di noci tritate


120 gr di zucchero


3 uova medie


80 gr di burro


4 pere medie


Pangrattato per la teglia



Zucchero a velo come finitura




Ecco qui sotto le pere di dimensione media (usare quelle 


che si hanno a disposizione)

Vanno tagliate a cubetti piccoli o 



grattugiate....assolutamente non vanno FRULLATE: si 


otterrebbe una specie di crema mentre invece la consistenza 


della pera deve essere evidente sotto ai denti....






Setacciare la farina bianca con il lievito per dolci e un pizzico



 di sale ...


Trasferirla in una capace scodella, mescolarla con la farina



 di mais FIORETTO, i gherigli di noce tritati 


grossolanamente e un odore di cannella...poca mi 


raccomando



Mescolare con cura.....










Montare con le fruste elettriche i tuorli con lo zucchero,


 aggiungere il burro fuso e appena tiepido e unire , ora a 


mano, la dadolata di pere.......






Versare il composto appena mescolato nella scodella della



 farina e continuare a mescolare fino ad ottenere un


 composto omogeneo .......







A parte montare a neve fermissima gli albumi a cui sarà



 stato aggiunto un pizzico di sale..... 


E mescolarli con movimenti dal basso verso l'alto in modo da


non smontarli...... 




Versare ora il composto ottenuto in una stampo imburrato e


 cosparso di pan grattato e in due grossi pirottoni di 


alluminio: lo stampo in vetro misura 17 cm di base mentre i 


pirottoni hanno una base di cm.8.5 per un'altezza di cm 5.....







Se si dovesse uno stampo unico non adoperarne uno più



 grande di 20/ 22 cm altrimenti il dolce potrebbe risultare


 basso.....








Il leggero sentore di cannella (non dovesse essere gradita si


 può eliminare)..... rende  questa torta veramente 


gradevole...non aggiungerei altri elementi "contaminanti" 


quali creme, gelato, glassature e innaffiamenti di cioccolato


 fuso....


Consiglierei di mangiarlo così...nature!!!!

20 commenti:

raffy ha detto...

che goduria!!! splendida, deliziosa....complimentiiiiiiii!!

roberta ha detto...

stamattina ne avrei proprio bisogno una bella fetta!!!!

Yrma ha detto...

Quanto mi piacerebbe averne una fetta!!!E' una supertorta!!!!:-))))Complimenti, molto di mio gusto!!!Un bacione

Damiana ha detto...

Guardare il tg ultimamente è angosciante,perciò quando posso evito soprattutto di primo mattino!!!Invece cara Grazia diamoci il buongiorno con il tuo dolce strepitoso e si che con questo inizia bene la giornata!!Un abbraccio cara e buon giovedì!!

Sara ha detto...

Buonaaaaaaaaaaaaaa!
Ciao Grazia :-)

annaferna ha detto...

ciao cara amica
ogni volta mi sembra di essere con te in cucina...con le tue spiegazioni dettagliatissime e le foto precise!! ^_^
un dolcino sicuramente profumatissimo ( mi piace tanto il profumo delle pere nei dolci!)
Certo questo spazio un po' ci distrae dai pensieri cupi che aleggiano in noi riguardo al prossimo futuro del nostro paese, pensieri che hanno colpito anche la mia "piccola" città (se hai letto o sentito i tg)......ma fortemente voglio sempre pensare il futuro color rosa.....il peggio certamente passerà!.....corsi e ricorsi storici...
ti abbraccio e come sempre bacio te e la gioia della tua vita!!! ^______^

renata ha detto...

BUONA E SOSTANZIOSA
perfetta per consolarci in questo periodo nero nero....Un pensiero per chi si trova ad affrontarlo in prima persona ci vuole sempre...GRAZIE!

Manuela e Silvia ha detto...

Ciao Grazia! noi prendiamo uan fetta...con il caffè ci deve stare benone!
non parlarci di peirodi neri..son sei mesi che non è più finita tra problemi di salute in famiglia!!! Dopo un pò cominci a credere seriamente al malocchio ;)
un bacione

Vica in cucina ha detto...

Comlimenti alla tua torta e per la decorazione, sono tenerissimi i pulcini :))

Elisabetta ha detto...

con un ripieno cosi' ricco,dev'essere una bonta',questa torta,Grazia!!!complimenti e serena festa delle Palme,cara :))bacioni

eli ha detto...

Le tue torte sono sempre una garanzia!
Con il croccantino delle noci e la rusticità della farina gialla, questo dolce è proprio nelle mie corde!

Silvia ha detto...

Che meraviglia, è altissima!! Poi i pulcini sono proprio carini!

Simo ha detto...

miiiii...come ti è venuta alta!!!!!!
E' una meraviglia, davvero.

Muscaria ha detto...

Ultimamente sto mangiando un sacco di pere, e le sto anche mettendo ovunque, non ci si stanca mai delle pere :-D

Un bacione!!

Scamorza Bianca ha detto...

La mangerei anche se non è ora di colazione.... Buon we

Patty ha detto...

Una di quelle torte che si infilano direttamente nelle mie ricette del cuore...facile, umida, rustica e generosa. T ringrazio perché condividi sempr delle ricette da innamoramento. Ti auguro un felice week end. Pat

Spery ha detto...

carissima, anch'io ho un pò di problemi di precariato che spero si risolvano prima o poi! ma con questa torta i cattivi pensieri spariscono in un batter d'occhio!
buona serata
spery

matematicaecucina ha detto...

Abbiamo le stesse abitudini in cucina, anch'io lavo e metto subito a posto mentre preparo le pietanze, non so cucinare nel disordine. Mi piace molto la tua tortina infiocchettata. Laura

Mari e Fiorella ha detto...

Sei una persona molto ordinata , dunque, comunque questa torta è deliziosa.Ciao buona domenica delle Palme!!!!!!!!!!!!

Giovanna ha detto...

idea carinissima brava