martedì 6 gennaio 2009

Le caramelle rustiche di Mammazan


Intanto care amiche buona BEFANA a tutte!!!!!

Lo so, è un augurio che sottintende a volte:" Buon onomastico!!!".

Sempre questa ultima festività scatena una marea di messaggini il cui testo ricorrente è:"Hai messo a punto scopa?", o meglio: "Cerca di non superare i limiti di velocità...mi raccomando!!!"

Ad uno di questi ho replicato con la seguente ridanciana risposta." Se si giaccia (la scopa) questa notte... beh allora prendo la macchina!!"

Infatti ieri mattina ho impiegato 10' per liberare il parabrezza dal sottile e tenace strato di ghiaccio e stammane alle 5, quando mi sono alzata per motivi idraulici...., ho visto che stava già nevicando e non ha ancora smesso .....

Prima di proseguire il racconto delle mie "prodezze", così mi tolgo il pensiero, desidero comunicare che questa ricettina desidera partecipare all'iniziativa di Anicestellato per la raccolta di preparazioni di piccole dimensioni e adatte ad un buffet, quasi dei finger food.


E' stato uno degli antipasti che ho preparato per il pranzo di Natale e che qui propongo anche perché è una preparazione veloce ed eseguibile in ogni occasione.


A dire il vero la ricetta relativa a queste "caramelle" era sparita dalla circolazione dei miei fogli e foglietti, infatti quando sono sopraffatta dalla vergogna per il disordine dei miei appunti tra cui comunque riesco sempre a reperire ciò che cerco, e trascrivo le ricette in ordine tematico nei miei quaderni , beh...allora non la ritrovo più, insomma è andata persa almeno per il momento....

Poi interviene la memoria fotografica e riesco a ricordare se la ricetta è stata scritta a destra o a sinistra del quaderno e se sono fortunata anche il quaderno in cui è stata segregata....


Qui, in questo momento, continua a nevicare....

Ogni tanto mi affaccio per vedere cosa succede per strada ma , grazie anche al fatto che è festa, macchine poche, spazzaneve assente, solo alcune persone che escono con il cane che, piova o faccia vento o come oggi nevichi, devono uscire.

Ricordo un collega di mio padre che si chiamava "Munsù Arduino" (cognome caratteristico qui in Piemonte, come Musso, Ferrero e parecchi altri).

Costui possedeva un cagnetto, un volpino che si chiamava "Tumin" che in dialetto significa, credo, piccolo formaggino.

Quando il cagnetto morì ricordo che disse a mio padre:" Munsù Perrone" sono 11 anni che tre volte al giorno esco con ogni tempo per portare Tumin a sporcare per strada ...... adesso è finita!!!

Probabilmente per lui era diventato pesante questo impegno quotidiano, considerando che era anche anziano o almeno così a me sembrava....


Mi auguro che tutti coloro che hanno avuto la "bella " pensata di regalare un cucciolo a Natale abbiano ben scolpito nella mente che questo piccolo essere non ha chiesto di entrare nella nuova famiglia.

Ha bisogno di essere amato, in primis, accudito in tutte le sue necessità, qualunque tipo di animale sia, curato e vaccinato e soprattutto NON ABBANDONATO quando la sua presenza diventa un impiccio e tutte voi sapete a cosa mi riferisco!!!

Una volta tantissimi anni fa avevo un pesciolino rosso e dovevo andare in vacanza con i miei genitori.

Non avendo nessuna persona cui rivolgerci e a cui affidare l'incombenza di nutrire il pesciolino, riempii un sacchetto di plastica , ve lo infilai.....a malicuore perché mi sembrava che il piccolino mi riconoscesse... e lo portai da Molinar nel negozio in Piazza Castello a Torino (precisamente all'inizio di Via Po, forse le mamme delle mie amiche più giovani se lo ricordano).
Molinar era un negozio storico e di grande fama qui a Torino ove si vendeva tutto quello che poteva servire per la cura dei piccoli animali ed era una rarità perché allora (parlo di 40 anni fa) il boom dei negozi che si occupano di questo settore non era ancora scoppiato e erano rari esercizi di questo genere .

Ricordo ancora la faccia esterrefatta del commesso a cui consegnai il sacchetto, contenente il disorientato pesciolino, con l'invito di metterlo nella vasca con altri pesciolini.

Ditemi voi: potevo, dopo averlo nutrito per tanti mesi, buttarlo nel water come credo che spesso accada per non parlare di altri tipi di abbandono......?????


Ed ora sciacquatevi gli occhi con le immagini che vi propongono ....


Viste dal balcone della casa in cui abito durante l'inverno.....

Con le macchine che avrebbero bisogno di un mini spazzaneve tanto ne sono ricoperte ...

E nella speranza che il trattore del comune, quando si deciderà a passare non butti la neve di lato fino a ricoprire la macchina fino a metà portiera come è successo me una nevicata fa...

Le amiche del meridione non mi vengano dire che sono estasiate per le immagini che allego....

A me fanno veramente venire i nervi...insomma quest'anno non se ne esce più dalla fase del brutto tempo!!!

Qui è uscito il bel tempo...ma le immagini sono relative all'ultima nevicata ma erano carine e prima di dimenticarmi in quale cartella le avevo "stermate" (che vuol dire nascoste) . ve le propongo.


Ora passo alla ricetta che di chiacchiere ne ho fatte molte !!!!!

Tempo di preparazione: circa 20'
Costo : medio
Difficoltà:*

Ingredienti per 8 persone
300 gr di carne trita grasso-magra
150 gr di mortadella
2 uova
40 gr di parmigiano grattugiato
1/2 tazza di mollica di pane ammollata e strizzata
qualche foglia di prezzemolo tritato
Qualche cucchiaio di latte (per l'ammollo del pane)
olio e burro q.b.
sale e pepe macinato al momento q.b.


La prima sequenza di fotografie rappresenta le caramelle avvolte nella pasta sfoglia refrigerata).

Avendole preparate di corsa prima di Natale non ho potuto mostrare le fasi di preparazione...

Parte centrale di un rettangolo e laterale.... Veramente la laterale è stata aggiunta poco più su..


Ma, essendomi avanzato dell'impasto ho usato un rotolo di pasta frolla della Buitoni ( se la volete preparare in casa, credo che il sapore sarà anche migliore)...


Anziché ritagliare i rettangoli con un coltello ho usato la "sprunella" come si chiama in Romagna o più semplicemente con una rotella dentata.... che conferirà un piccolo tocco più decorativo.


Mia figlia che le ha mangiate in tutte e due le versioni (con involucro di sfoglia e frolla ) mi ha detto che le è piaciuta di più la seconda versione ( che però è meno friabile).... ma voi fate quello che vi viene meglio o che avete a disposizione!!!!

Le dosi sono per 8 persone e vi assicuro che sono gustosissime...


Ricordo che mio genero ha messo sul tavolinetto dove si stava servendo il caffè il piatto con l'avanzo delle caramelle.... poi non ha avuto il coraggio di fare l'abbinamento caffè-salatini!!!


Iniziare con il cuocere la carne trita grasso-magra in olio e burro.


Trasferirla in una terrina e aggiungere la mortadella tritata, il pane bagnato e strizzato, il prezzemolo (raccomandato, non presente nella mia preparazione) il formaggio e le 2 uova.


Mescolare con cura e ricavare delle piccole porzioni da posizionare al centro dei rettangoli ricavati dalla sfoglia stesa e leggermente tirata con il matterello.


Con un pò di pratica si potrà trovare l'equilibrio tra la quantità del ripieno e la grandezza del rettangolo di pasta che determinerà ovviamentela grandezza delle "caramelle".

Arrotolare quindi i fagottini e per sigillare bene basterà passare sul bordo un dito bagnato semplicemente nell'acqua...

Torcere le estremità come appare in foto, pennellare con un poco di latte,ed infornare in forno preriscaldato e ventilato a 180° per 20' o almeno fino a doratura.

Queste "caramelle" non cuocono velocemente come i biscotti, considerando la dimensione ed il ripoeno, ma ne raccomando ugualmente il controllo passati i primi 10' /12'.

Buona giornata a tutte care amiche e ancora tanti auguri per il 2009!!!!

18 commenti:

unika ha detto...

Un post senza parole...un bacio
Annamaria

Fra ha detto...

Mamma mia quanta neve!!! Deve essere stupendo starsene dietro la finestra a guardare scendere tutti quei fiocchi bianchi...magari sgranocchiando una di quelle golosissime caramelle!!! Ora manca solo la ricetta ;D
Un bacio
Fra

Simo ha detto...

Le parole in questo post non servono....parla già da sè!!!
Un bacio Grazia cara...ma gli ingredienti del ripieno ce li sveli, vero???!

Mirtilla ha detto...

fenomenali queste caramelle!!!
le hai prese proprio da tutte le angolazioni ;)
e le foto...spettacolo!
pagherei per vedere la neve cosi alta e coprente ;)

Mary ha detto...

rimango sempre a bocca aperta quando vengo qui da te , fantastiche i rustici....per quanto riguarda la neve mi piace ma solo a vederla in cartolina brrrrrrrrrrrr un bacione!

manu e silvia ha detto...

Ciao! mamma quanta neve..qui per il momento possiamo ritenerci fortunati..ma non sappiamo per quanto ancora! bellissima idea queste caramelle salate
un bacione

Michela ha detto...

non ci annoi mai con le tue "chiacchere" ! Come si chiama questo paesino in cui stai d'inverno ?

Claudia ha detto...

Grazia complimenti per queste tue caramelle rustiche, mi hanno fatto venire una fame tale!!! e grazie per la tua chiaccherata, mi fa piacere leggerti... e che belle foto con la neve!! qui a Roma me la sogno!

Caty2 ha detto...

Ma pensa Grazia sta nevicando anche qui a Genova Quinto, ti assicuro che è una cosa strabiliante, domani farò le foto del giardino come sempre im queste occasioni. Intanto la nostra cagnona stasera dormirà in casa, questo a proposito degli animali "regalati". Ti abbraccio Caty2

anna righeblu ha detto...

Meravigliose queste "caramelle"!
E in un buffet fanno un'ottima figura!
Brava!!!
Ti pensavo ieri sera, quando sentivo le notizie delle nevicate, e sono passata di nuovo a leggere il post precedente.
Speriamo che smetta di nevicare, e torni il bel tempo finalmente...
Un abbraccio

Magnolia Wedding Planner ha detto...

Buongiorno Grazia! che belle caramelle che vedo :-P sai quanto ne sono golosa di queste cosine sfiziosette!
un bacione e mi raccomando non ammalarti con tutto questo freddo! un bacio splendida
Silvia

hipericum ha detto...

Auguri Grazia, un post delizioso per gli occhi e...sebbene si possa solo immaginare il risultato... anche per il palato. Queste caramelle sembrano davvero molto buone e neppuir troppo difficili da realizzare. Cari auguri, arianna

Ross ha detto...

Per me, che amo la neve, la montagna e lo sci di fondo, quelle foto "nevicose" sono paradisiache quanto le tue fantastiche caramelle rustiche.... Ti abbraccio, tanti auguri di Buon Anno Nuovo!

manu e silvia ha detto...

Abbiamo un pensierino per te se passi a trovarci!
bacioni

Maurina ha detto...

Vedo che ti sei data decisamente da fare e hai sfornato tante cose buonissime. Appena riesco a tornare al solito tran tran, ti copiero' qualche idea...

anna righeblu ha detto...

Passo per un saluto, spero che la neve non ti stia creando problemi.
Un abbraccio :-)

Lady Cocca ha detto...

1780 C° credo siano un po troppi...eheheheheh!!!!!!!
complimenti per i salatini davvero squisiti...e quanta neve...beati voi!!!
ciao e buon anno Lidia

splendid ha detto...

gucci vintage
gucci online
gucci fashion
gucci uk
gucci bags