venerdì 8 agosto 2008

La confettura di susine











La maledizione della Goccia d’oro

Circa un mese fa con gli occhi iniettati si sangue, la bava alla bocca e le budella mezze arrostite per il caldo finivo di fare la marmellata di ribes.

Stavo per partire per la Sardegna ed ero sicura che, al mio rientro, quei bellissimi arbusti carichi di grappolini ormai nel pieno della maturazione sarebbero diventati una cosa veramente misera.

Con il prezzo dei fruttini di bosco poi……

Quindi ho fatto 3 o 4 raccolte, ho lavato, sgranato, fatta un prima bolltitura , passato al passaverdura ecc .

Una palla pazzesca.

L’altro giorno mio marito mi annuncia tutto trionfante che l’albero delle susine ha i rami che cadono quasi a terra tanto sono carichi di frutta e me ne porta un mastello pieno.

Secondo voi cosa avrei dovuto fare?

Sono andata in cantina, recuperato i barattoli puliti e conservati ben coperti in canestrine di plastica, e mi sono messa all’opera .

Anche qui una palla pazzesca.

Che poi tutta questa marmellata la regalo!!


E’ anche impensabile che mi metta a fare decine di crostate anche quelle da regalare anche se so
che piacciono molto!!


Pensate che ho un amico che per tutto l’inverno, avendo una grande quantità di mele, ha preparato strudel a tutto spiano, 500 per l’esattezza.

Bisogna vedere se poi è vero!!



La susina gialla che porta il nome di Goccia d’oro mi ha lasciata perplessa anche perché sul mio libro sacro dice che il colore è giallo intenso , ma le Burbank sono giallo-rossastre e io le ho trovate ambedue sull’albero come si vede dalle foto.



Il problema aggiuntivo è rappresentato dal fatto che questo tipo di frutta, le mie susine perlomeno, non sanno né di me né di te per cui ho azzardato una modifica alla solita preparazione proprio per dare una botta di vita alla marmellata.

E ho aggiunto un mezzo cucchiaino di vaniglia in polvere bio e 10 gr di coriandolo proprio per conferire una profumazione particolare.

Confesso che per non abbrustolirmi davanti ai fornelli mi sono rivolta a Santo Fruttapec 2:1 per cui non solo lo zucchero era ridotto in quantità ma la durata di cottura si è rivelata veramente minima.

Per me è stata una cosa travolgente perché non lo adopero mai.

Ho fatto due cotture e nella prima ho aggiunto il coriandolo pestato tra due fogli di carta da forno col pestacarne come si nota nelle foto dalle piccole intrusioni presenti nella marmellata, nella seconda cottura ho invece frullato il coriandolo con una piccola porzione di zucchero e aggiungendolo al resto.

Passo ora agli ingredienti e la smetto di chiacchierare.

Tempo di preparazione: 30' per fare a pezzetti la frutta e 6’/7’ di cottura e non di più anche se può sembrare che la marmellata sia fluida.

Quando sarà fredda sarà perfetta.

Costo: basso se, come nel mio caso ho la frutta, diversamente il prezzo può avere delle variazioni consistenti.

Difficoltà:*

Ingredienti

2 kg di susine denocciolate e tagliate a pezzetti
1 kg di zucchero semolato

1/2 cucchiaino di polvere di vaniglia bio
10 gr di coriandolo pestato col batticarne o frullato
2 bustine di Fruttapec 2:1 o cuocere nel
modotradizionale facendo poi la prova del piattino

Consiglio di mettere i barattoli a riscaldare in forno ad una temperatura tra gli 80° e i 100° e di fare l’imbarattolamento con un imbuto a foro largo (si trova in ferramenta. costo intorno ad 4/5 euro ma ne vale la pena perché i pezzetti della frutta non sono piccolissimi e con un imbuto normale non passano manco morti, ma sicuramente lo usate già…).


Una volta versata la confettura nei barattoli chiuderlicon forza e con attenzione perché le scottature sono sempre in agguato e coprire tutti i barattoli con una coperta e dimenticateveli fino al giorno dopo!!


Ultima aggiunta: alla prossima cottura aggiungerò oltre alla vaniglia anche la buccia e il succo di limone, così darò una botta di vita diversa alle susine!!!

Questo piccolo melograno non c'entra per nulla in questa storia ma.....

Era lì vicino ed era così carino che.... ve l'ho voluto mostrare!!!!

16 commenti:

cibercuoca ha detto...

Hola grazia! qué fortuna tener un 'arbol con frutas para hacer mermelada, imagino el sabor delicioso combinado con el coriandro debe ser irresistible.
Buen fin de semana. Besos!

cibercuoca ha detto...

Al melograno noi lo chiamiamo granada, come la citá, io hó un piccolo albero di granada bonsai

astrofiammante ha detto...

mammazan se non sai cosa farne......
spedisci pure qui :-))))
anch'io ho fatto qualche marmellata, di pesche, albicocche....ma solo due vasetti............non te ne posso spedire ;-)))) ciaooo!! baci!

Pippi ha detto...

ehehehhe che chiacchierona che sei Grazia!!!....ma mi piaci proprio perchè sei così!!! heheheheil coriandolo nella marmellata mi pare una buona idea.......il frutta pec........con sto caldo....si può giustificare......;-) il tuo melograno ha già i fiori?! che carino...il mio è un pò sbilenco e di fiori neanche l'ombra........mah!
ti auguro un buon we!! Pippi

michela ha detto...

Grazie se anche l'albero di mia mamma fa le susine so che farne...
500 strudel?
ma non so se li ha fatti..io magari me li mangerei ma sempre strudel pur amandolo tanto..dovrei anche io regalarli suppongo.
ciao buon we.

Pamy ha detto...

Ma la tua pianta trabocca di susine, che bella, e credo che anche la marmellata ti sia venuta ottima;))
buon fine settimana

cibercuoca ha detto...

Hola Mammy!
mi sono emozionata , con le tue parole me hai fatto sentire la dolceza. Grazie e baci

Luca and Sabrina ha detto...

Vaniglia, cardamono, ma che buona deve essere la tua confettura! Tu dici che a mangiarle, le tue susine non sanno di molto, invece a guardarle, sembrano buonissime! Noi siamo abituati a quelle delle coop purtroppo, cioè a susine insapori davvero, perciò guardiamo con un occhio ammirato quei rami carichi di frutta!
Baci da Sabrina&Luca

Caty ha detto...

variante profumata chissà come viene ...quante crostate con questa marmellata !!buona merenda . :-)

sandra ha detto...

deve essere deliziosa!
Adoro le susine giallo oro... :)

Alex e Mari ha detto...

Ottima l'aggiunta del coriandolo! L'anno scorso avevo fatto mirtilli e coriandolo, ma non si sentiva molto il suo sapore.
Il colore della tua marmellata è davvero splendido.
A presto, alex

MauriPz ha detto...

wow le confetture, mia madre le fa sempre, dovrò imparare anch'io prima o poi

Dai poi magari le metto tra le mio video ricette

Ciao Ciao

Maurizio

MauriPz ha detto...

certo, i baci son sempre graditi :)

e grazie per i complimenti

Pawèr+Littlefrog ha detto...

però...vuoi mettere l soddisfazione di prepararsi la marmellata in casa???

niki ha detto...

Grazia, mia mamma che era golosissima adorava fare una specie di semifreddo con ricotta leggermente zuccherata (e a seconda dell'umore con o senza cannella) con strati di gelatina di ribes. Visto che hai sfaticato tanto provaci! Magari ti piace! Ed è relativamente leggero e poco calorico come dolce.

Baci baci Niki
P.S. potessi averne io anche solo un barattolino! Qui non esistono i frutti di bosco.

niki ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.