martedì 5 gennaio 2016

Fiori di sfoglia con gorgo e pere



Ogni santo ha un passato....


Mentre ogni peccatore ha un futuro ...
Oscar Wilde (1854-1900)


Non desidero iniziare l'anno lamentandomi ma lo faccio ugualmente anche se so che la mia rimostranza sarà inutile...
Ecco i fatti:
Fino al maggio dello scorso anno le pensioni venivano pagate in banca o presso la posta in due o tre date diverse, credo a seconda dell'ente che le erogava..


A partire dal 1° giugno i pagamenti sono stati effettuati a partire del primo giorno del mese..
Fino a quel momento se ad esempio il giorno di pagamento cadeva prima del sabato o domenica i versamenti venivano effettuati anticipando di uno o due giorni che precedevano il fine settimana o il giorno festivo...spero di essere stata chiara!
Fin qui tutto bene!!
Ma a gennio le cose sono cambiate.
Riporto quanto pubblicato qui  ...
L'articolo sarà sicuramente più chiaro di ogni mia esposizione che potrebbe essere non completa e farraginosa.
Pagamenti pensioni a gennaio 2016: ritardi Inps

"Questo mese i pensionati non sono riusciti ad incassare l'assegno della pensione il primo gennaio. Il motivo, scrive Libero, è che l'Inps "fa il ponte". Ciò significa che la pensione non sarà erogata il primo giorno bancabile del mese, come di solito, ma sarà posticipata al secondo giorno bancabile. Ovvero il 4 gennaio, e chi ha l'accredito bancario deve aspettare fino a domani per potere disporre dei soldi. Sembra un dettaglio, ma per tanti pensionati è stato un problema. 
"Senza comunicazione alcuna – scrive in un comunicato l'associazione Federconsumatori – ai diretti interessati l’Inps ha deciso di applicare la normativa contenuta nella Legge 109 del luglio scorso. Di conseguenza le Poste i soldi ai pensionati li daranno oggi, mentre le banche li metteranno a disposizione soltanto domani: cinque giorni dall’inizio del mese. Può darsi che per la maggioranza delle Persone non sia un problema insormontabile, può però essere un disagio notevole per chi aspetta soltanto i soldi della pensione per sopravvivere e onorare i propri impegni. Nella sostanza i pensionati sono stati defraudati per 4/5 giorni delle loro spettanze. Nella forma riteniamo molto scorretto che l’Inps non abbia provveduto per tempo a darne comunicazione".
Ho telefonato alla mia banca:  l'impiegata che ha risposto alla mia chiamata ha  specificato che  le pensioni sarebbero state pagate non il 4 gennaio ma il 5 ( quindi a discrezione della banca come specificato su internet) e  che a partire dal prossimo anno le pensioni saranno pagate a partire dal 2° giorno bancabile di ogni mese.
Come riportato nell'articolo per tante persone non sarà stato un problema ma per chi stenta ad arrivare a fine mese certamente sì!!
Grazie a tutti!!





La ricetta che propongo oggi, vista su Vero Cucina e modificata un poco, è veloce e si può allestire in pochi minuti..
Il gusto dolce della pera mitiga il salato del gorgonzola e il poco lardo conferisce maggiore sapidità a questo antipasto buono e di bell'aspetto..
Tempo di preparazione: 15'
Costo: basso
Difficoltà:*

INGREDIENTI 

1 CONFEZIONE DI PASTA SFOGLIA RETTANGOLARE
150 GR DI GORGONZOLA DOLCE O PICCANTE
1 PERA ABATE FETEL O QUELLO CHE SI HA A DISPOSIZIONE
QUALCHE FETTA DI LARDO..

Il gorgonzola deve essere a temperatura ambiente per poterlo lavorare agevolmente con una forchetta..
Quindi tirarlo fuori dal frigo per tempo...


La pasta sfoglia va assottigliata un poco con il matterello quindi va  incisa con un coppapasta da 8 cm di lato come appare in foto ..
Quindi va ritagliata con un coltello...
Almeno io ho fatto così usando il coppapasta per suddividere meglio i quadrati..


Ungere degli pirottini di alluminio usa e getta e posizionare due quadrati di sfoglia sfalsandoli come appare in foto..


Spalmare sulla base e sulle pareti del cestino il gorgonzola...


Suddividere tra i pirottini una pera sbucciata e taglia a cubetti..


Qui si vede meglio..


Disporre su ogni cestino una fettina di lardo..


Pennellare le parti esposte della pasta sfoglia con poco latte..


Quindi infornare in forno preriscaldato, ventilato con il termostato sui 180° per circa 15'..
Si possono preparare con anticipo...
In questo caso tenerli un poco indietro di cottura ..
Buona befana a tutte!!!

1 commento:

andreea manoliu ha detto...

Mi dispiace per gli inconvenienti che incontri fin dal'inizio dell'anno, si sa, ultimamente invece migliorare le cose sembra peggiorando sempre di più, purtroppo e tanta gente che soffre per questo. Passando ai fiorellini che hai fatto, non posso dire altro che sono ottimi. Buon anno nuovo accompagnato di tanta salute e soddisfazioni ! Un abbraccio !