sabato 9 gennaio 2016

Dolce di recupero alla grandissima!!



Le parole sono la più potente droga usata dall'uomo..
Rudyard Kipling ( 1865-1936)


In riferimento a quanto è accaduto a Colonia ed Amburgo avrei voluto allegare un aforisma di papa Pio II° (1405-1464) che la dice lunga circa quanto si pensava in antico e si continua a pensare sulle donne...
Le cose non sono cambiate nei secoli e continueranno purtroppo secondo questa filosofia di pensiero.
"Quando vedi una donna pensa che sia un demonio, che sia una sorta d'inferno".
Ora, forse, non si vede la donna come espressione demoniaca ma come essere inferiore da insultare e violare in ogni modo..


Possiamo festeggiare l'8 marzo ma nulla è cambiato..
Le donne sono sottovalutate, sfruttate, pagate meno degli uomini a pari  competenze, insultate facendo riferimento alla loro moralità...
Anche se è stato istituito il reato di femminicidio, mariti, fidanzati conviventi violenti che pensano che la donna, oggetto delle loro "attenzioni" sia una loro esclusiva proprietà, continuano a colpire indifferenti anche se spesso  i loro figli sono testimoni della loro follia omicida..


Abbandono un tema così amaro e che lascia sconvolti con la consapevolezza che nulla è cambiato nella mentalità del maschio per passare ad un argomento più "leggero" che è rivolto all'economia domestica e cioè il riciclo di quanto è avanzato in cucina..
In questo caso la mia ricetta suggerisce come far fuori un dolce che non mi ha dato grandi soddisfazione pur avendolo preparato con ogni cura..
Qui sotto appare la foto di una Veneziana lunga come un tir..
Sapore ottimo, consumata in parte ma ..troppo asciutta...
Per me riciclare significa aggiungere pochi ingredienti tutti presenti in dispensa o nel frigo..
Altrimenti la "salsa costa più del pesce"..
Ho tratto ispirazione, con parecchie modifiche adattate al mio caso, dal web..

Tempo di preparazione: circa 20'
Costo: Basso
Difficoltà:*

INGREDIENTI

270 GR DI AVANZI DI DOLCI VARI ( IO HO USATO SOLO LA VENEZIANA CUI FACEVO CENNO PRIMA)
70-80 GR DI FRUTTA SECCA MISTA ( NOCI, NOCCIOLE, MANDORLE, MISTO ESOTICO)
100 GR DI FARINA 00
1 BUSTINA DI LIEVITO PER DOLCI
3 UOVA GROSSE
100 GR DI OLIO DI SEMI O BURRO
80 GR DI UVA PASSA
70 GR DI ZUCCHERO
1 PERA 

Per prima cosa porre a mollo l'uva passa in acqua tiepida per 10'-15'.
Quindi tamponarla con carta da cucina ed infarinarla..
Mettere da parte per il  momento..


Eccola qui sotto la fetta di veneziana..
Eliminare le parti laterali tropo secche, nel mio caso, e...


Ridurla a cubetti frullandola nel mixer fino  a farla diventare una specie di farina grossolana..


Ed ecco qui sotto gli avanzi di frutta secca insufficienti da aggiungere ad un dolce ma ..tutti insieme... ottimi da aggiungere a quello  che stiamo preparando...


Frullarli grossolanamente...


In una capace scodella mescolare il frullato di veneziana ( o anche pan di Spagna o biscotti...insomma quello che si ha in dispensa) alla farina setacciata con il lievito)..


Unire la frutta secca tritata in precedenza e mescolare per bene..


In un'altra capace scodella montare con le fruste elettriche le uova il poco zucchero....volendo  se ne può anche diminuire la quantità...


Unire sempre mescolando l'olio di semi o burro fuso se si
 preferisce...


Ora unire poco per volta la parte secca e amalgamare con cura...


Per ultima aggiungere l'uva passa ben infarinata...


Affinchè il dolce abbia un aspetto accattivante consiglio di usare uno stampo decorativo..
Io ne ho usato a forma di cuore imburrato ed infarinato...
Versare la massa, livellare e decorare con fette di pera ...
La foto mi sembra abbastanza chiara...


Infornare in forno preriscaldato e ventilato con il termostato impostato sui 165° per circa 40'/45'....


Se l'utilizzo non è immediato consiglio di congelare il dolce e usarlo al momento opportuno...
Io l'ho fatto con successo e coloro che lo hanno gustato hanno fatto il bis!
Buon week end a tutti!!

2 commenti:

ღ Sara ღ ha detto...

Che bella torta! Ottimo modo per riutilizzare gli avanzi delle feste !

andreea manoliu ha detto...

Un ottimo dolce del riciclo, e vedo che anche tu, come me, non osi a buttare niente ed è così dovrebbero fare in tanti. Spesso questi ricicli danno più soddisfazione quando li diamo una seconda chance ! Buon fine settimana !