giovedì 27 marzo 2014

L a crudaiola e il sughetto con il lardo ma... con i pomodori di Pachino!!!


Non c'è nulla da dire...


C'è solo da essere, c'è solo da vivere...
Piero Manzoni (1933-1963)


Ieri, ore 17.
Scendo dal treno, ero andata a Torino per un controllo medico, mi dirigo alla macchina posteggiata vicino alla stazione, metto le mani in tasca alla ricerca delle chiavi della macchina e...non le trovo...
Rivolto la borsetta e guardo in tutti i suoi scomparti ...ma niente..
Di solito le chiavi di casa mia, di quelle di mia figlia e di casa di mia madre  sono tutte insieme in una tasca laterale della borsa....


Poi mi ricordo che, poco prima di scendere dal treno, la borsetta si era ribaltata a faccia in giù  e avevo trovato il cellulare poco distante...meno male, ho esclamato, che l'ho trovato subito.....
Poi mi viene in mente che anche le chiavi della macchina sono scivolate fuori e non le ho viste...
Faccio una galoppata di nuovo verso la stazione nella speranza che il treno non sia ripartito di nuovo per Torino e che soprattuto rimanga in stazione giusto per il tempo necessario affinché io possa con tutta l'ansia che mi sentivo in gola, trovare le chiavi della macchina...
Chiedo per precauzione ad un ferroviere quanto il treno si sarebbe fermato in stazione e costui mi risponde che sarebbe ripartito di lì a 50 minuti....
Poi il dubbio: in quale vagone ero salita?
Mi ricordavo che avevo scelto uno centrale e mi ero seduta a sinistra perché a destra i finestrini erano tutti imbrattati di vernice e quindi non di vedeva nulla ...almeno per capire in  quale stazione di si stava fermando volta per volta volta... 
Galoppo di nuovo vagone per vagone e poi vedo il mazzo posto su un sedile.....
Ditemi voi se non è fortuna!!!!


Ma veniamo a noi!
Quando mi è arrivata a casa la cassettina contenente i pomodori di Pachino ho fatto un salto di gioia....
Non c'è bisogno di descrive la loro bellezza ...il profumo lo potete immaginare...
Sono autentici pomodori di Pachino, solo quelli che vengono prodotti nella zona tra Pachino, Portopalo di Capo Passero, Marzameni e Ispica...
Suolo, microclima arido, terra calcareo-argillosa battuta dai venti del sud contribuiscono a donare a questi piccoli gioielli sostanza e dolcezza..
Le tipologie presenti in questa cassetta sono:
Il costoluto...


Il tondo liscio...


Il ciliegino e il tondo liscio a grappolo....


Per la crudaiola ho usato questi ultimi due tipi mentre per la seconda ricetta ho usati i ciliegini che erano finiti sul fondo della cassettina e si erano un poco ammaccati....

Tempo di preparazione per la crudaiola: circa 20 più il tempo di riposo in frigo, un'ora
Costo: medio
Difficoltà: *

INGREDIENTI PER LA CRUDAIOLA

400 gr di pomodori misti, ciliegino e tondo liscio a grappolo igp Pachino
50-60 gr di olio extra
origano
Un mazzetto di basilico
una manciata di olive nere ( da denocciolare)
mozzarelline
280 gr di pasta del tipo tortiglioni

INGREDIENTI PER LA PASTA CON IL SUGO AL LARDO E POMODORINO CILIEGINO

60 gr di lardo alle erbe
200 gr di pomodorini ciliegino
1 scalogno
150 gr di pasta del tipo tortiglioni giganti
sale e pepe q.b

Per prima cosa prepariamo la base della crudaiola....
Tagliare a pezzetti i pomodori, io li divisi in quart, e porli in una scodella...


In una scodellina a parte mescolare l'olio, il basilico a pezzetti e l'origano, sale e pepe...


Unire questo mix ai pomodori unitamente alle olive tagliate a filetti...


Per ultime le mozzarelline tagliate a metà...
Mescolare per bene e porre in frigo per un'ora affinché si insaporisca bene il tutto....


Per la cottura della pasta io mi sono regolata cosi: il tempo di cottura consigliato era di 8'...
Io l'ho cotta per 6' poi l'ho scolata e passata sotto l'acqua fredda per fermarne la cottura....
Quindi l'ho mescolata alla crudaiola per farla insaporire..
Per la seconda ricettina, che poi non è niente di che, ma che propongo alle amiche perché una signora al supermercato mi ha chiesto in quale modo utilizzassi il lardo..
Quando le ho spiegato che lo usavo per insaporire il sugo  ha fatto una faccia molto meravigliata...
Mia madre metteva sempre un poco di lardo nel sugo...
Quest'ultimo diventava veramente un'altra cosa... 
Soffriggere olio, poco, lardo e scalogno in un padellino...


Unire i pomodori ciliegino ( quelli che si erano un poco ammaccati), mescolare con cura e cuocere per pochi minuti..
Questa volta  ho scelto come pasta dei fusilloni, cottura 14'...


Così mentre la pasta cuoceva ho preparato il sugo....


Vi è venuta un poco di acquolina in bocca??
Speriamo!!
Buona giornata a tutti!

3 commenti:

Licia ha detto...

bellissimo e saporitissimo piatto,visto che non è l'ora giusta per il momento lo divoro con gli occhi

Pamy ha detto...

adoro la crudaiola, io ci metto anche la cipolla, ma veramente poca e finissima per dargli giusto il sentore appena!!!Brava e un bacio

Anonimo ha detto...

Hi Dear, are you really visiting this web page regularly, if so after that you will absolutely obtain good
knowledge.

Feel free to visit my website :: Snipr.com