venerdì 1 novembre 2013

Cookies con cioccolato alla violetta


Le aggressioni che non incontrano opposizione...


Diventano malattie contagiose...
Jimmy Carter (1924)


Un grandissimo grazie alle amiche che mi hanno dimostrato il loro affetto in questa circostanza...
Mia figlia leggendo i commenti mi ha detto:"Mamma non puoi trascurare il blog...hai visto quante amiche ti sono vicine?"
 Ed io ho seguito il suo consiglio anche perché almeno riesco a pensare ad altro e stare seduta per una mezz'ora di fila invece di muovermi come una trottola..
Le cose da fare sono talmente tante che spesso mi scoraggio...ma sono tutte, tutte  da fare: svuotare un po' per volta una casa  che racchiude più  di 50 anni di vita mentre la mamma è sempre lì con me  a ricordarmi  tanti episodi, tante battute, tante risate e.... soprattutto che lei non c'è più.....


Dedico  questi dolcetti delicati e profumati a tutte voi amiche care!!!
Una piccola premessa: andando al supermercato, in questo caso il Carrefour, ho notato un  cesto pieno di tavolette di cioccolato  con gusti vari e ho scelto questa che vedete qui sotto ed un'altra all'arancia non avendo idea  ancora  come utilizzarle oltre a quella di mangiarle così come sono......
Poi ho deciso di usare solo mezza tavoletta di quello con profumo alla violetta  non sapendo come i dolcetti sarebbero venuti e soprattutto se sarebbero piaciuti....
Sono piaciuti eccome !!!

Tempo di preparazione: circa 20'
Costo: basso
Difficoltà:*

INGREDIENTI
100 gr di burro
100 gr di zucchero
170 gr di farina 00
50 gr di cioccolato alla violetta
2 uova

Non so se riuscite a trovare questo tipo di cioccolato ...comunque lo potete sostituire con altro di vostro gusto....



Tagliarlo con il coltello fino a ridurlo in pezzetti medio-piccoli....


In una scodella montare con le fruste elettriche il burro morbido con lo zucchero....


Aggiungere le uova intere....


Unire poca per volta la farina e continuare a mescolare il tutto sempre con le fruste elettriche....


Ottenuta una massa omogenea aggiungere per ultimo il cioccolato e mescolare per bene con una spatola di silicone o con un cucchiaio....


Porre ora la scodella in frigo sigillata con pellicola trasparente per circa 30'...
Si può comunque preparare con notevole anticipo se non è possibile ultimare la preparazione sul momento....


Staccare dalla massa delle piccole porzioni, conferire loro  una forma tondeggiante e porle su una grande teglia ricoperta da carta da forno...
Occorre distanziare i dolcetti perché in cottura si abbasseranno e si allargheranno un poco..


Infornare in forno preriscaldato, ventilato con il termostato impostato sui 180° per circa 10' /15'....
Ognuna di voi si regolerà a seconda del proprio forno..
Devono essere appena dorati come appare in foto....



Fatti raffreddare si possono conservare in scatole di latta ma non per molto tempo in quanto sono morbidi....
Io a dire il vero, per precauzione li ho conservati in frigo....
Un bacio a tutti!!!!

9 commenti:

Elena ha detto...

Sono fantastici, immagino la bonta!!!
Un bacio grande grande e a presto!!!

Anonimo ha detto...

carissima è tanto che ti leggo ma non ho mai commentato.Ho 63 anni e a gennaio ho perso la mia mamma.Ti capisco.Era da giovane la mia migliore amica e da anziana la mia consigliera.Ho dovuto svuotare casa.Tanti oggetti divisi fra noi famigliari,tanti regalati.Io ho conservato non molto ma soprattutto cose che mi parlano di lei.Le agende del telefono,con la sua scrittura,che ogni tanto riguardo.I suoi occhiali,alcuni fazzoletti o pessi di biancheria con il suo profumo.E' un dolore forte,a qualsiasi eta'.Ti sono vicina
Paola

Mari e Fiorella ha detto...

Stamattina guardavo le tue ricette, Grazia, sono una meglio dell'altra, davvero!!!!Qui c'è il cioccolato alla violetta, una vera chicca.Penso che vuotare la sua casa sia una delle prove più dure, ma di certo la sentirai vicina...Un abbraccio.

nonnAnna ha detto...

* Ci sono passata anch'io parecchi anni fa ed il tuo post mi ha risvegliato il triste ricordo... per molto tempo ho preso istintivamente il telefono per comporre il suo numero... adesso la conservo nel mio cuore e so che è sempre presente vicino a me.
* Se passi da me c'è un piccolo regalo per te dalla quale ho preso molti spunti
Un abbraccio
nonnAnna

raffy ha detto...

ma quanto sei brava?? li vorrei tanto assaggiare...golosi e profumati...

Mammazan ha detto...

@ Paola
Ti ringrazio per le belle parole che mi hai scritto...
Per me sarà dura non tanto dividere tra me e mio fratello, con cui siamo in perfetto accordo e sintonia, gli oggetti di casa ma...il suo guardaroba ..i suoi abitini di tutti i giorni, sempre perfetti e graziosi, le sue collane, i suoi cappotti..mi sembra che oltre allo strazio per averla persa un pezzo di lei se ne vada via...

Manuela e Silvia ha detto...

Ciao, che impiego originale per questo cioccolato super ricercato! Un colore insolito per il cioccolato, ma che ci incuriosisce ancora di più...chissà che bontà questi biscottoni!
baci baci

Mimma Morana ha detto...

fantastici questi dolcetti come tutte le tue preparazioni che conservo gelosamente nel mio pc. un bacione e ti sono vicina in questo momento così delicato per la tua vita....

Roberta ha detto...

qunado è morta mia nonna,mia mamma e sua sorella hanno fatto le cose con calma.era la cosa più odiosa del mondo svuotare casa e buttare via tanti ricordi.mia mamma aveva quasi il vomito da quanto non le piaceva cosi ci hanno messo ....10 anni.ma la casa era di proprietà e non c'era fretta di vendere anche se aveva gli acquirenti già pronti.e da qeulla volta la mia mamma dice semrpe al papà,di non tenere troppe cose che poi noi dobbiamo chuamre i camion per liberarci di tutto.che poi in realtà non si è buttato via nulla,certte signore hanno vluot i mobili,altre gli oggetti,i quardi.tutto regalato a chi lo voleva.e un signore si è presino offerto di svuotare il garage e recuperare attrezzi e cose da lavoro.nei piccoli paesio sono cose che si possono ancora fare.tu perònon abusare del tuo tempo e della tua pazienza.devi ancora metabolizzare.prenditi tempo se ti è poissibile.il rimadnare è terapeutico.già è dura vivere il lutto.un abbraccio forte forte e ricorda ceh il blog è terapeutico.dunque ha ragione tua figlia.