venerdì 29 aprile 2011

Pane e agnello


Innalzano dei monumenti a gente della quale un giorno i posteri non sapranno che fare.....



Ai cittadini, però, non ne innalzano alcuno......

Arthur Schopenhauer ( 1788-1860)



Qualche amica , forse, si chiederà perché questa ricetta non è stata posta prima di Pasqua in quanto contiene un ripieno a base di carne d'agnello............

La risposta è semplice...me ne sono dimenticata!!!!



E' una ricetta abbastanza semplice anche se complicata dalla preparazione della carne che va ridotta in tocchetti disossando l'agnello....in fin dei conti è l'unica fase preliminare un po' ..."seccante".....

Prima di allegare la ricetta e relative fasi del passo-passo mi permetto di dare alcuni consigli.....

Il primo consiste nell'aumentare la carne da impiegare nella preparazione ed eventualmente usare una parte diversa dell'agnello, ad esempio la coscia per facilitare l'operazione del disossamento, anche perché credo che nessun macellaio lo potrebbe o vorrebbe fare al posto nostro!

Il secondo di stendere , se possibile, più sottilmente la base di pasta che avvolge la carne.....

Tempo di preparazione: circa 60'
Costo: medio
Didfficoltà:**

INGREDIENTI

500 gr di farina integrale Chiavazza
150 gr di farina 00
40 ge di fiocchi di patate
1 pizzico di sale
1 cubetto di lievito di birra fresco
1/2 cucchiaino di zucchero
3 cucchiai di olio
350 gr di polpa d'agnello ( peso lordo iniziale 750 gr)
3 cucchiai di olio extravergine
2 spicchi d'aglio
poco timo secco


Ecco qui sotto la farina integrale del Molino Chiavazza che conferisce un tono più rustico alla preparazione ..



Versare nel boccale del mixer le due farine, i fiocchi di patate, il sale, il lievito sciolto precedentemente in poca acqua tiepida a cui sono stati aggiunti 1/2 cucchiaino di zucchero e un cucchiaio di farina e lasciando riposare , prima di unirlo al resto, fin quando non si è formato un composto schiumoso e soffice.....unendo per ultimi 3 cucchiai di olio extravergine.....

Azionare il robot , aggiungendo a filo dell'acqua ben calda fino ad ottenere un composto morbido che va lavorato brevemente, inciso a croce, unto e posto a lievitare in luogo protetto dalle correnti d'aria o, come di solito faccio io, in forno con la sola luce di cortesia accesa...



Lasciare a riposare fin quando il suo volume si è raddoppiato......



Intanto deliziamoci con l'operazione di disossamento dell'agnello......

Io avevo scelto la parte anteriore ma, a conti fatti, mi sarei dannata di meno se avessi scelto il cosciotto ......

Comunque quando l'operazione si è conclusa , mettere a cuocere i vari tocchetti in un tegame antiaderente con olio extravergine in cui si è fatta soffriggere i due spicchi d'aglio tritati finemente .....

Unire del timo secco e mescolare con cura...



Insomma come un comune spezzatino......

Ora quando la carne è cotta ed intiepidita disporla al centro della foglia di pasta da pane che si era lasciata lievitare in precedenza e tirata abbastanza sottile.......

Forse si può intravedere il foglio di silicone su cui l'ho stesa e che mi verrà comodo in seguito per il trasferimento nello stampo in cui avverrà la cottura...



Rimboccare i lembi......



Posizionare sul pane ripieno un foglio di carta da forno e lo stampo in cui verrà cotto e aiutandosi con il supporto in silicone su cui si è steso la pasta da pane rivoltarlo nello stampo......



Non so se mi sono spiegata bene......

Ora con gli avanzi di pasta da pane fare delle decorazioni puramente estetiche ma non necessarie facendole aderire sula superficie con poca acqua...



E con gli altri avanzi fare delle palline e sistemarle, come nel mio caso, in uno stampo al silicone per muffin così non c'è bisogno di ungere nulla....

Praticare dei tagli a croce......



Far lievitare ancora per 30' le due preparazioni e quindi infornare in forno preriscaldato e ventilato a 180° per circa 30'.....


Inutile dire che i panini, se non consumati al momento, si possono congelare!!!

11 commenti:

Elisabetta ha detto...

mamma mia,che bonta' cara Grazia^;* l'agnello mi piace moltissimo e accovacciato nella pasta di questo pane,rustico e genuino,come hai fatto tu,dev'essere spettacolare!!!!!le tue ricette sono belle e preziose sempre!!prima e dopo le feste;0))un grosso bacio,carissima^;*

annaferna ha detto...

ciao Graziaaaaa!!!!!!
bentornata tra noi....lo fai alla grande eh?!
particolarissimo questo pane ripieno!!! Da tener presente anche con altre carni non credi?? baci baci baci e buon fine settimana!!!

Valentina ha detto...

Ciao cara Grazia, sei tornata??? Che bella ricetta, brava come sempre!! buon fine settimana e bacione

LA PASTICCIONA ha detto...

hai avuto una bella idea,baci

Chocolate ♥ ha detto...

Ciaoo! il tuo blog e le tue ricette sono davvero interessantii!!
sono nuova..quindi ancora il mio blog è semi-deserto..passeresti? :)
http://dolciideee.blogspot.com/
mi farebbe davvero piacere perchè ho bisogno di voi del vostro sostegno e dei vostri consigli e commenti per rinvigorirlo..! Ci conto :D grazieee..e ancora complimenti (ovviamente sono diventata una tua "seguace" ahah :)
Ciao :)

desian ha detto...

sempre piena di idee splendide, grazia! il tuo blog è una fucina!

meris ha detto...

Che bella ricetta. Molto particolare e gustoso. Ciao

Simo ha detto...

Caspita che ricetta importante! Brava Grazia come sempre...

merendasinoira ha detto...

leggo agnello e...non posso non fermarmi!... mamma che preparazione, poi quel pane....!! è possibile avere fame a metà pomeriggio?

Passiflora ha detto...

davvero originale questo pane con la carne d'agnello... sarei curiosa di assaggiare!!

mari_angela ha detto...

mamazan :))))))))) mi piacerebbe proprio provarlo ed assaggiarlo, ma qua piace solo a me e non mi ci metto, deve essere una delizia :))