venerdì 28 agosto 2015

Mini Wellington


Niente è stato mai raggiunto....


Senza l'entusiasmo...
Ralph Waldo Emerson (1803-1882)



Fino alla scorsa settimana non sapevo cosa fossero sia  il filetto alla Wellington e tanto meno i mini Wellington...
La curiosità è scaturita da un programma televisivo molto noto, credo, specialmente per gli appassionati di cucina e cioè Bake off  UK nel corso del  quale i concorrenti si dovevano cimentare nella preparazione di "pasticci salati".
Una ragazza, poi eliminata, ha proposto alla giuria i mini Wellingon e mi è riuscito di capire grosso modo come potevano essere cucinati...
Poi mi sono documentata sul web e tra le tante ricette ho scelto, e modificato a mio uso e consumo , questa che ora propongo alle mie amiche...
Non sarà molto ortodossa come preparazione ma ha riscosso successo tra i  miei cari tant'è vero che mio figlio mi ha chiesto di inserirla nel menù del pranzo per festeggiare il suo compleanno...
Queste qui sotto, trovate su Internet of course, le notizie relative a questo piatto famoso passato alla storia.

"Il generale inglese Arthur Wellesley ricevette nel 1815 il titolo di duca di Wellington per la sconfitta di Napoleone aWaterloo. I cuochi al suo servizio non riuscivano a dimostrare le loro capacità a causa dei suoi gusti particolarmente difficili. L'indifferenza al cibo da parte del duca portò molti dei suoi chef al licenziamento, mentre altri si cimentarono nell'affannata ricerca di nuove ricette. Ad uno dei piatti presentati alla sua tavola venne dato il suo nome: una volta cotto "in crosta", cioè avvolto in un strato di pasta sfoglia, il filetto sembra presentare una particolare somiglianza con gli stivali dello stesso generale "i Wellington's"[1]. L'aspetto del filetto alla Wellington è infatti quello di un lucido cilindro dorato."


Se qualche amica volesse cimentarsi nella preparazione di questi mini Wellington posso consigliare quanto segue.
Ho scelto il filetto di maiale, sia per le sue dimensioni che per il costo relativamente modesto...
E' tenero, magro e la polpa tagliata a tocchetti regolari si presta bene alla preparazione di questi fagottini dorati...
Sia la  carne ( cotta)  che la cipolla (cotta e frullata)  si possono preparare anche con un giorno d'anticipo e conservare in frigo...
Il prosciutto crudo, pur ottimo ( ho usato il san Daniele), dopo la cottura risulta troppo salato per cui posso suggerire di sostituirlo con del prosciutto cotto..
E ora andiamo con la preparazione passo passo!!!
Tempo di preparazione: circa 45'
Costo: medio-alto
Difficoltà**

INGREDIENTI

500 GR DI FILETTO DI MAIALE
3 CIPOLLE ROSSE DI MEDIA GRANDEZZA
2-3 CUCCHIAI DI OLIO EXTRAVERGINE
30 GR DI BURRO
3 CUCCHIAI DI BRANDY
100 GR DI PROSCIUTTO CRUDO
1 CONFEZIONE DI PASTA SFOGLIA FRESCA
SALE E PEPE Q.B.

Eliminare dal filetto di maiale le varie pellicine e dare la forma regolare di un cilindretto..
Tagliare delle fette di circa 4-5 cm di lunghezza dando loro una forma tonda per quanto possibile....
Gli eventuali scarti possono essere utilizzati per un sugo..



Scottare i bocconcini di carne a fuoco vivo in poco olio e in una pentola antiaderente...
Rigirarli da tutti i lati ...



Trasferirli in un piatto e farli raffreddare..
Si possono preparare in anticipo e conservare in frigo fino al momento dell'uso...



Tritare abbastanza grossolanamente la cipolla rossa e farla appassire nella stessa padella in cui si è cotto il filetto  aggiungendo  anche il burro (30gr)...
Irrorare con il brandy...
Far raffreddare..



Trasferire la cipolla ormai appassita nel boccale di un piccolo mixer e ridurla a crema...
Anche la cipolla può essere cotta e conservata in anticipo..




Disporre su un tagliere la fetta di prosciutto..
Porre un cucchiaino di crema di cipolla delle stesse dimensioni di un bocconcino di filetto...
Prendere le misure prima di cominciare questa operazione...



Sistemare sulla base di cipolla il bocconcino di filetto...



Porre altra cipolla sulla carne...



E fare un fagottino, come appare in foto con il prosciutto crudo..



Con un tagliapasta di circa 10 cm incidere la pasta sfoglia e porre al centro il fagottino di filetto..
Pennellare con poca acqua il bordo di pasta sfoglia  che rimane libero ...



Incidere un altro dischetto di pasta sfoglia e disporlo sulla carne avvolta con il prosciutto..
Far aderire la pasta sfoglia come appare in foto e pizzicare la base in modo da racchiudere il "prezioso" contenuto...



Pennellare tutti i fagottini con poco latte e incidere la superficie di ognuno a croce ..



Infornare in forno preriscaldato, ventilato e con il termostato impostato sui 180° per circa 15'/20' e cioè fin quando la sfoglia appare dorata...


Io ho preparato i mini Wellington il mattino presto..dovevo stare fuori casa tutto il giorno  ( i miei nipotini mi reclamavano e pure i loro genitori) ...
Al momento opportuno e cioè circa 30' prima di andare il tavola ho acceso il forno a 150° per farli riscaldare...
Non riscaldarli nel microonde ( il mio è un vecchio modello)..
La pasta sfoglia diventerebbe veramente molliccia  e cattiva!!!


Belli sono belli, buoni pure e allora??
Quando li preparate???
Se qualche passaggio dovesse essere poco chiaro io sono sempre qui!!!

5 commenti:

Barbara Froio ha detto...

Davvero gustosi e invitanti. Complimenti per aver descritto tutti i passaggi. Ciao e buon we.

Gloria Baker ha detto...

Beautiful cara. Love wellington !!
Un bacione!

paola ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
paola ha detto...

Un piatto regale,grazie per la ricetta e per essere passata da me,felice weekend

Ale ha detto...

Sono fantastici!