venerdì 7 agosto 2015

Japanese cotton cheese cake


Il matrimonio è popolare
perché unisce il massimo della tentazione...



Con il massimo dell'opportunità...
George Bernard Show (1856-1950)



La ricetta di questo dolce sembra impazzi nel web..
Lo confesso ...non ho saputo resistere alla tentazione di prepararlo...


Ho guardato il video più volte ma era talmente facile da fare che potevo preparalo a ..memoria...
Il titolo del post è veramente lungo ma l'ho riportato fedelmente, tanto per non sbagliare, e onestamente non so se l'origine del dolce sia giapponese...
Quello che mi preoccupa nella preparazione di una ricetta è quello che non viene detto più delle spiegazioni anche se sono dettagliate
Per esempio: viene consigliata la cottura a bagno maria..il dolce è delicato e fin qui ci sta bene..
Ma i guai cominciano quando viene raccomandato di avvolgere la base dello  stampo ( a cerniera) con carta d'alluminio per evitare che l'acqua del bagno  maria penetri nello stampo... 
Ora la larghezza del foglio di alluminio è standard e per quanto  si ponga ancora uno foglio in senso opposto a quello precedente e si avvolga con cura la base...l'acqua penetra nello stampo...
Primo problema!!
Quindi quando, cocciuta come un mulo, ho preparato un'altra cheese cake ho usato uno stampo normale ( stessa misura di quello a cerniera), ho posto un tondo sul fondo e delle strisce lungo la circonferenza...
Il gusto del dolce è un poco salato, per cui forse e dico forse, è meglio usare della ricotta...
Il dolce si scurisce subito per cui è meglio fare ( come ho fatto nella seconda versione) porre un foglio di alluminio sullo stampo da togliere a metà cottura..
Comunque il dolce è ottimo e molto delicato!!!
Ragazze ho finito di fare il grillo parlante e passo alla ricetta!!!


Tempo di preparazione: 15'-20'
Costo:Medio
Difficoltà:*

INGREDIENTI

120 GR DI CIOCCOLATO BIANCO
120 GR DI FORMAGGIO SPALMABILE ( HO USATO PHILADELPHIA)
3 UOVA

Per prima cosa ho preparato lo stampo come appare qui sotto..


E come ho spigato nell'introduzione ho protetto la base con carta d'alluminio...
Ho scritto anche che, almeno per me, non ha funzionato: l'acqua è penetrata nello stampo...
Quindi ho preferito ( quando ho rifatto il dolce una seconda volta) uno stampo normale di cm 17 di diametro..


In un pentolino abbastanza capace fondere il cioccolato bianco spezzettato a bagno maria..


Ecco qui sotto il Philadelphia o altro formaggio spalmabile..
L'ho usato a temperatura ambiente..


Separare i tuorli dai bianchi che andranno montati con un pizzico di sale a neve fermissima..
Capovolgendo il contenitore in cui gli albumi sono stati montati devono rimanere attaccati sul fondo..


Mescolare con delicatezze il formaggio con il cioccolato fuso e tiepido..


Unire i tuorli..


E gli albumi montati a neve...


Versare il tutto nello stampo ed infornare in forno preriscaldato, ventilato a 170° per 15'.
Abbassare la temperatura a 160° e cuocere per altri 15'.
Spegnere il forno e lasciarvi il dolce per altri 15'..
Infilare il manico di un cucchiaio di legno nello sportello..


Come ho scritto nell'incipt del post ho notato che il dolce tende e scurirsi quasi subito per cui l'ho coperto con un foglio di carta da forno o alluminio..
Nella seconda preparazione ho posto subito un foglio di carta forno togliendolo a metà cottura...
Forse nè oggi e neanche domani accenderete il forno (oggi in macchina non riuscivo a toccare né il volate né il cambio) ma annotate  la ricetta per tempi più ..propizi!!!


13 commenti:

Roberta ha detto...

che dire.una torta davvero facile.gluten free per cui va bene per me senza modifiche particolari.me la segno per giornate meno calde...oggi è terribile!!!buon agosto!

TheBella70 ha detto...

... Ho tutto!!!! Questo domani lo voglio fare, ma con la ricotta! Seguirò alla lettera le tue istruzioni! Bacione e brava e precisa come sempre!!!!

Gloria Baker ha detto...

Che buono Mammazan! Look sooo delicious!!!
Un abbraccio!

Mammazan ha detto...

@The bela 70
Fammi sapere come ti è venuto il dolce!

Mammazan ha detto...

@Gloria Baker
Thanks Gloria!

Mammazan ha detto...

@Roberta
Infatti il caldo è un grosso deterrente!!
Io accendo il forno la mattina presto!

andreea manoliu ha detto...

Spiegazione perfetta per questo delizioso dolce! Prima o poi dovrò provarci anch'io a farlo =)

TheBella70 ha detto...

cara Grazia, come ti avevo scritto, questa mattina ho rifatto il tuo dolce, con la ricotta, invece che con il Philadelphia. Non so come venisse con quest'ultimo, ma con la ricotta è venuto sublime, molto delicato, lo rifarò al più presto....diciamo appena si abbassano un po' le temperature!!!!! Un abbraccio.

Roberta ha detto...

oggi mi ricollego per scrivere la ricetta e mi è venuta un'idea.di usare lo yogurt greco che così ha meno lattosio ed è un pò più salutare del philadelphia che non si sa con che mix di fromaggi è fatto.ho anch visto in giro che ce ne sono molt varianti. con più uova.magari la tua potrei farla per noi, per colazioni o spuntini,mentre più sostanziosa per usare tipo pan di spagna e da farcire con crema.ti farò sapere quando la faccio e come mi viene.grazie per averla postata perchè non mi era mai capitata di leggerla in giro.

P.S: ma cos'è quella nuova verifica del non sono robot a cui tocca rispondre a della domande?ma non si può togliere?

Leena Sacco ha detto...

E' da tanto che penso di farla ma poi niente...la tua mi convince tantissimo!! Con il cioccolato bianco poi...gnam! Complimenti!

Mammazan ha detto...

@Roberta
SE prepari il dolce non usarlo per farcire il Pan di Soagna, s segui il mio consiglio...
E' buona così com'è..

Non so cos'è quella diavoleria del"Non sono un robot"
E' solo una rottura di scatole!!

Mammazan ha detto...

@Leena Sacco
Grazie! fammi sapere!

Mammazan ha detto...

@The bella 70
Sono più che contenta che i miei suggerimenti ti siano stati utili!!