giovedì 17 ottobre 2013

La Sacher un po' sgalfa di Mammazan


Passiamo metà della vita a deridere ciò in cui altri credono...


E l'altra metà a credere in ciò che altri deridono..
Stefano Benni (1947)



Care amiche innanzi tutto grazie per gli auguri che mi avete fatto..li ho graditi moltissimo..
Ma il giorno del mio compleanno è stato "festeggiato" con un nuovo ricovero della mia mamma appena arrivata a casa ma di questo ne parlerò appena potrò.
Se immaginate la classica Sacher bassina con una glassa al cioccolato superlucida e con la relativa scritta siete lontane anni luce da quello che avete visto nelle foto di apertura del post....



Quando si ha fretta e soprattutto se si è interrotte in corso d'opera da ben quattro telefonate cui non potevo non dedicare la giusta attenzione i risultati sono quelli che sono.
Per la ricetta mi sono fidata di quella di Gualtiero Marchesi ma le indicazioni per preparare la glassa non erano esatte.
Infatti la quantità d'acqua in cui mescolare lo zucchero e il cioccolato era eccessiva: 250 gr ..
Per cautela ne ho messa circa 1/3 in meno ma neanche così andava bene....
Ho aggiunto anche dell'altro cioccolato ma il risultato è stato poco meno che discreto..
In più ho aggiunto del lievito alla farina temendo che la torta non "montasse" bene ed infatti è cresciuta molto in altezza per cui per dare la forma che avete visto ho atteso che mio figlio ( più preciso di me)  tagliasse il "cappello" e in seguito me la dividesse i tre strati....
Ma si è mai vista una Sacher così????
Comunque era buona ed in futuro voglio rifarla con tutti i crismi...

Tempo di preparazione: circa 45'
Costo: medio
Difficoltà**

INGREDIENTI
Per la torta
100 gr di cioccolato fondente
6 uova
150 gr di farina 00
6 gr di lievito per dolci
100 gr di zucchero fine tipo Eridania
25 gr di zuchero a velo vanigliato
100 gr di burro

Farcitura e copertura
1/2 vasetto di marmellata di albicocche
100 gr di zuchero
100 gr di cioccolato fondente
250 gr di acqua  ( che ho ridotto a  150 gr ed era ancora troppa)

In un scodella porre i due zuccheri e il burro morbido e montarli con le fruste elettriche...



Si dovrebbe ottenere una crema come appare qui sotto...


In un pentolino sciogliere il coccolato a pezzetti con poco burro..



Il fuoco deve essere bassissimo..
Mescolare fin quando si ottiene una crema liscia e vellutata....
Far raffreddare un poco...



Alla crema di burro e zucchero aggiungere un tuorlo per volta...


La crema di cioccolato ormai tiepida....



Ecco qui sotto la massa morbida e cremosa che si ottiene sopo 1'/2' di lavorazione con le fruste elettriche....



Ora unire poca per volta la farina con il lievito ( alcune ricette per il pan di Spagna lo prevedono)...



Per ultimi i bianchi montati a neve fermissima....



Per non smontarli usare una frusta manuale e mescolare con movimenti dall'alto verso il basso...



Versare la massa omogenea ottenuta in uno stampo imburrato ed infarinato ( il mio ha diametro base 17 cm...ecco perchè la Sacher è venuta cosi alta)....



Infornare in forno preriscaldato e ventilato a 180° per circa 45'....
E importante fare la prova dello stuzzicadenti che deve uscire perfettamente asciutto se il dolce è cotto a puntino....
Come ho scritto in precedenza il dolce è cresciuto in altezza con una bella cupola che ho eliminato ( grazie alla precisione di mio figlio che l'ha anche tagliato in tre fette).
Coprire il primo strato con una giusta quantità di marmellata di albicocche (sovrapponendo gli altri strati, per il peso,  non deve scappare da tutte le parti) disporre il secondo disco e farcirlo con il resto della marmellata...
Concludere con il terzo...



Ecco il dolce farcito e  ricomposto...



Per la glassa al cioccolato porre l'acqua in un pentolino, scaldarla quasi a bollore, aggiungere lo zucchero, farlo sciogliere ed infine i pezzetti di cioccolato...
Mescolare fino ad ottenere una crema liscia..



Ora disporre sul piano di lavoro un  grande foglio di carta da forno e  su di esso la gratella su cui è stato sistemato il dolce..
Consiglio di infilare sotto il dolce una spatola grande in modo che, a fine lavori, sia più facile trasferirlo sul piatto da portata senza doverlo toccare...
Versare la glassa; l'eccedenza ricadrà sulla carta da forno da cui la si potrà recuperare facilmente....



Spatolare la glassa anche sulla circonferenza del dolce e poi porlo in frigo per qualche ora...
Posso concludere dicendo che il pan di Spagna si può preparare anche con anticipo..
Affinché si mantenga morbido basterà sigillarlo con pellicola trasparente e tenerlo in frigo fino al momento dell'uso...
E con questo dolce spero di non aver fatto una figuraccia...
Ai miei è piaciuto!!!!

9 commenti:

vitto e libri ha detto...

che buona la sacher è una delle mie torte preferite! auguroni in ritardo :-)

Cuoca Pasticciona ha detto...

La tua torta è buonissima e ti è venuta una meraviglia! Ti abbraccio forte e ti faccio tanti auguri per la tua mamma, un bacione..

Sognando Dolcezze ha detto...

Una vera goduria per il palato e gli occhi. Mi associo per glii auguri a tua mamma.
Baci

matematicaecucina ha detto...

cucinare quando si ha altro nella testa è molto difficile...
la tua sacher non ha proprio l'aspetto canonico ma l'importante è il sapore non la forma!

Simo ha detto...

...che trionfo di bontà....è perfetta tesoro!
Un abbraccio a te, alla Rosina, ai nipotini bellissimi e ai figlioli, insomma a tutti!

Mari e Fiorella ha detto...

Ma è uscita una bontà!!!!!Auguri per il compleanno e in bocca al lupo per il resto!!!!

Brunella Marsalli ha detto...

L'importante è che sia buona!
Auguri per il compleanno anche se in ritardo e un abbraccio per tua mamma!

pasticciona ha detto...

ha un aspetto ottimo, auguri in ritardo!
Ps ieri ho pubblicato i tuoi biscotti sul mio blog (ovviamente con tutti i dovuti crediti)

sississima ha detto...

che bella visione, peccato soltanto non poterla assaggiare! C'è un premio per te nel mio blog, un abbraccio SILVIA