mercoledì 10 settembre 2008

33....66 e La crostata con frolla alla fiorentina, marmellata e crema pasticcera


Ci armiamo di una forchettina?.....

O di un cucchiaio....
O usiamo direttamente le mani????

Anche dopo una sosta in frigo...

Sarà buona come un ....gelato...


L’idea per questo dolce mi è venuta mentre preparavo la marmellata di pesche fatta utilizzando in parte quelle pelose e in parte di quelle noci….

Sapevo anche che non avrei dovuto farla, visto la quantità di barattoli di preparazioni varie da smaltire che ho in cantina (ma a Natale o anche prima le mie scorte subiranno un fiero colpo), ma visto il prezzo e il fatto che erano profumate…… non ho saputo resistere.

Anche perché ho usato il Fruttapec 2:1 che ho comprato in offerta al supermercato.

Ricordo ancora molto bene l’estate di alcuni anni fa quando, per un attimo di distrazione, o forse più di uno, la maledetta marmellata di pesche si attaccò sul fondo di due pentole.

Gettai via tutta la marmellata, dopo averla annusata più volte ed essermi assicurata che SIIIIIIIIIIII’’’ puzzava proprio di bruciato.

Mi ci volle una marea di tempo per eliminare lo zoccolo duro e carbonizzato dal fondo delle pentole.

Ricordo rimasto indelebile fino all’altro giorno….

Perché poi ho intitolato il post con quei due numeri?

Qualche amica forse si potrà recare a gambatesa in tabaccheria a giocare un ambo secco sulla ruota di Torino, ma per me rappresentano gli anni che ha compiuto il mio adorato genero sabato scorso e quelli che compirò io ad ottobre…. anzi è stato lui stesso a farmelo notare!

Potevo io andare a comprare il dolce in pasticceria?

NAAAAAA!!!!

Allora ho ideato questa crostata anche se avrei voluto stupire con effetti speciali ahahah.

Mi ha tarpato le ali il fatto che dovevo trasportare il tutto in macchina insieme ad altre cose che avevo preparato e di cui non voglio anticipare NULLA!!!.

Quindi sfogliato di nuovo il disastrato libretto d’appunti da cui avevo tratto la frolla alla piemontese e la scelta è caduta su questa frolla, che almeno per me è particolare ed insolita.

Mentre la preparavo con il mixer lo sguardo è caduto su una ciotola contenente un avanzo di marmellata di nettarine che avrei mangiato con le dita tanto era invitante e poi il resto è venuto da sé…

Ora prima che qualcuna delle mie amiche perda la pazienza mi accingo a descrivere la ricetta di questa crostata che è variamente articolata……

Tempo di preparazione della base di frolla: circa 15’ più il riposo in frigo per almeno 30’

per la crema pasticcera: circa 30’ con relativo raffreddamento in acqua molto fredda

Costo: medio

Difficoltà: **

Ingredienti per la pasta frolla alla fiorentina

170 gr di farina 00
115 gr di burro
80 gr di zucchero

70 gr di cacao
1 uovo e 2 tuorli
1/2 cucchiaino di vaniglia bio
1 cucchiaino da caffè di cannella in polv
ere

Per la crema pasticcera (ricetta di nonna Rosina)
4 cucchiai colmi di zucchero (circa 100 gr)

1 cucchiaio di farina 00 (circa 30 gr)
3 tuorli
1/2 l. di latte intero o parzialmente scre
mato (io avevo quello intero)
La buccia di un limone (solo la parte giall
a of course!!)

Per la marmellata

1 kg di pesche pulite e a pezzetti (io ho usato le pesche noci con la buccia ben lavata..... ecco perché quel bel colore)
500 gr di zucchero

il succo di un grosso limone
1 bustina di Fruttapec con cottura di 4
' anzichè 3', oppure la cottura tradizionale.....

Per la decorazione

2 grosse pesche noci da affettare e caramellare per la decorazione.


La lista è lunga come la Quaresima ma vedrete che non ci sarà da suicidarsi davanti ai fornelli!!

Cominciare con il mixare gli ingredienti per la frolla: fullare le parti secche, poi aggiungere il burro a pezzetti e per ultime le uova.

Azionare fino alla formazione della palla di pasta, estrarla, lavorarla brevemente, avvolgerla in film da cucina e metterla in frigo.

Volendo si può preparare con anticipo anche di un giorno…. Sarà più sablè.

Prepariamo la crema pasticcera.

Prima di adottare la ricetta o meglio il metodo di preparazione di mia madre ( in fin dei conti i metodi sono tutti più o meno simili) la crema che preparavo io sembrava che avesse la varicella e non ricordo neanche in quale modo e in quale punto sbagliassi.

Scaldare bene ½ litro di latte ( io lo scaldo al microonde).

In un pentolino a fondo spesso mescolare con cura lo zucchero e la farina, aggiungere poco latte freddo sin quando i due elementi si sono ben amalgamati, quindi i rossi d’uovo la buccia di limone, che andrà poi eliminata.

Unire quindi a filo il latte bollente e cuocere il tutto a fiamma bassa e girando in continuazione fin quando la crema non velerà il cucchiaio.

Volendo una crema più densa o cuocere più a lungo o diminuire la quantità del latte come si fa per la bechamella.

Per far raffreddare velocemente la crema e d evitare che si formi una crosta dura in superficie, mettere il pentolino a bagno in acqua fredda continuando a mescolare di tanto in tanto.

Quando sarà fredda coprire con pellicola trasparente e mettere in frigo fino al momento dell’uso.

Della marmellata ho parlato già, ma si può impunemente usare anche quella del supermercato.

Per la decorazione tagliare una grossa pesca noce o 2 piccole a fettine medie, versare un po’ di zucchero in tegamino antiaderente, adagiare le fettine e farle caramellare a fuoco basso, girandole almeno un paio di volte, cercando di non sfaldarle.

A questo punto lavorare il panetto di frolla stendendolo tra due fogli di carta da forno in modo da arrivare ad uno spessore di pochi mm.

Sistemare la sfoglia in pirofile da forno imburrate ( non ho usato la farina perché avrebbe conferito al guscio della torta un colore biancastro).

Ho usato varie forme per il fatto che oltre alla crostata grande volevo preparare anche crostatine da colazione individuali.


Bucherellare la base, stendere la marmellata ed infornare in forno a 160° per circa 20’.

Le mie basi erano piuttosto sottili.

Quando le crostate saranno ben fredde cospargere con la crema pasticcera e decorare con le fette di pesche a mò di girandola…..

E ora BUON APPETITO!!!!!!!

20 commenti:

golosòtopi ha detto...

C'è un premio per te! Passa da me a ritirarlo!

Caty2 ha detto...

io non ho nessun premio per te, ma essere la 2° a scrivere qui, visto l'affollamento del tuo blog, è un 2° posto per me !!!! Certo che le tue foto fanno venire l'acquolina in bocca e.... NO RESISTERO' ho preso un kilo solo a guardarlo!!!
Bacioni da Caty2

LUCIANA ha detto...

Questa torta è di una golosità unica!!!
Complimenti per il blog, sei bravissima :-)
Ciao a presto!

L'Antro dell'Alchimista ha detto...

Complimenti per questo dolce! La frolla al cioccolato e la nostra preferita! Io la abbino anche a gelatina d'arance. Buona serata Laura

Pamy ha detto...

ho sempre avuto la curiosità di provare la frolla al cioccolato ma ancora non ne ho avuto il tempo;(
dev'essere ottimo;) buon w.e

camalyca-la mucca pazza ha detto...

Ma che bontà! Ti sei meritata un premietto.

anna righeblu ha detto...

Bene, tutti multipli di 11!
La crostata mi attrae molto, in generale, ma questa è superlativa!

Un abbraccio :)

NUVOLETTA ha detto...

Passa da me c'è una sorpresa

Luca and Sabrina ha detto...

Mammazan tu ci vuoi fare morire con queste stupende foto di crostate golose, ammettilo, perchè non ci sono parole per commentare questo ben dii Dio! Oggi poi è anche il mio compleanno e tra poco andremo fuori a festeggiare, ma il prefesteggiamento me l'hai regalato tu!
Baci da Sabrina&Luca

Caty ha detto...

...sempre più buone!!!meravigliosa cuoca!

Rorò ha detto...

Ne è rimasta una fettina per me?
DAvvero golosa questa crostata. E' un po' che vorrei provare la frolola al cacao e penso che prenderò spunto dalla tua.

Se passi da me c'è un premio che t'aspetta!

Ciao!
Rorò

Pawèr+Littlefrog ha detto...

wow che bello il contrasto di colori e immagino anche di sapori....sembra deliziosa!!!che genero fortunato...le suocere dovrebbero essere tutte come te!

brii ha detto...

sei bravissima...non so se dopo due pentole bruciate mi sarei più messa a fare la marmellata...o forse si. mi piace troppo!!
cmq...non riesc fare tanta confettura di pesche, perchè mi piacciono da matti mangiare così...con il succo che cola sul mento.
aaaaaaaah che buono!!
la frolla alla fiornetina non la conscevo. grazie proverò.
buonissima domenica...ed auguri al genero!!
bacioniiiii

Fra ha detto...

Emmm io compio gli anni ad aprile...puoi considerarti prenotata per la preparazione del dolce! :D
a parte gli scherzi, deve essere davvero delizioso e tutte quelle foto mi hanno fatto venire l'irrefrenabile desiderio di azzannarne un pezzettino
Un bacio e buon inizio settimana
Fra

Gaijina ha detto...

mamma mia!! non so più se guardare la frolla, la crema, o la marmellata!!! tutte insieme è veramente troppo!!!! che buooonoooooooooooooo!!!!!!!!!!!

Danea ha detto...

Sublimi! Adoro le pesche, vorrei non finisse mai l'estate solo per non restare senza :-P
Complimenti :-)

Chantilly ha detto...

ciao! buona settimana.
ormai qui c'è un freddo invernale, e vedere questi colori caldi ed estivi fa venire un pò di nostalgia.

emilia ha detto...

.....pensavo davvero che ti fossi messa a dare i numeri !! Ahahahah. Ottima frolla e marmellata. Auguri a tuo genero, un bacio a te :)

Laura ha detto...

Ciao, sono passata a trovarti.
Bella questa crostata e deve essere anche buona. Solitamente non amo le crostate ma questa mi fa gola.
Mi togli una curiosità?
Perché la chiami frolla fiorentina?
Sono nata a Firenze e non ho mai sentito dire di questa frolla.

matematicaecucina ha detto...

Complimenti eri bravissima già tre anni fa! Laura