sabato 9 febbraio 2008

Strudel di pizza

Questo strudel, un pò particolare, può accompagnare l'aperitivo, servire come antipasto oppure, volendo, essere mangiato al posto del pane.
E' veloce da fare, economico e con i suggerimenti che darò sarà di grande effetto.
Si parte dalla pasta di pane confezionata in casa o acquistata già pronta al banco frigo del supermercato.
Mi hanno detto però che quella già pronta è piuttosto "nervosa" e difficile da stendere.

Preparandola in casa occorre:

350 gr di farina di forza o manitoba o grano duro
350 gr. di farina di grano teenero
1 cubetto di lievito di birra
1 cucchiaino da the si sale fine
3 cucchiai di olio extravergine di oliva
Acqua q.b

Per prima cosa sciogliere il cubetto di lievito in acqua appena, appena tiepida. Nel dubbio più fredda che calda.
Un consiglio: quando acquistate il lievito, congelatelo. Non ci sarà pericolo che ve lo dimentichiate in frigo e possiate trovare un cubetto pieno di muffa.
In questo caso lo metto direttamente in acqua fredda , 200 ml., con l'aggiunta di un pizzico di zucchero. Quando si è sciolto aggiungo i 3 cucchiai di olio.. e ciò per rendere la pasta più croccante.
Versare nel mixer le farine, il sale, farle mescolare e quindi aggiungere il lievito.
N.B. lo stesso impasto lo potete fare nella macchina del pane, se la possedete.

A questo punto aggiungo,un pò per volta dell'acqua ben calda, io lo faccio ad occhio ma ne basta no 200 ml. Raccomando di aggiungerne un pò per volta e di toccare la consistenza della pasta .
E' importante che sia MORBIDA quasi appiccicosa .
La si estrae dal mixer, la si lavora velocemente, dandole la forma di una palla , la si incide a croce,la si mette in una terrina, sigillandola con pellicola trasparente.
TRUCCO:
divido l'impasto in due terrine, lo ungo di olio , poco , lo sigillo con la pellicola e lo copro con una coperta , con qualcosa che lo tenga in caldo.
Si può anche accendere la luce del forno, senza impostare alcuna temperatura. Accelera la lievitazione.

Quando il volume dell'impasto si è raddoppiato, stendere con pazienza l'impasto stesso in modo da avere un rettangolo sottile il più possibile. A questo scopo è utile ungersi le mani con l'olio.

La si farcisce con :

una grossa cipolla di Tropea tagliata sottile
150 gr. di salame a dadini
una manciata di olive verdi a filettini
2 cucchiani di capperi sott'aceto ben strizzati e tagliuzzati
una decina di pomodori secchi sott'olio a listarelle.

Le dosi sono indicative e possino essere aumentate a seconda dei gusti.



CONSIGLIO:
Potete tranquillamente preparare questa farcia anche il giorno prima.
A questo punto ricoprire con la carta da forno la leccarda del forno , stendere la pasta e farcitela come da foto e arrotolarla inumidendo con un dito bagnato il bordo per saldare meglio lo strudel.

Con un pò d'esercizio potete fare anche voi le decorazioni come appaiono in foto, prendendo un pò di pasta, stendendola come fosse un grissino, facendo una treccia o un fiocco e "incollandola" come si è fatto per il lembo dello strudel.

Infornare in forno preriscaldato e ventilato a 180° per 30'.






Quando è ben dorato sfornatelo e se siete invitati a cena e voletete portare un "contributo", una volta freddo avvolgetelo in carta da forno e infocchetatelo a piacere.

Anche qui potete usare quello che avete in casa: dello spago, della rafia, del nastro, come ho fatto io dando via libera alla fantasia e ....Buon appetito!!













2 commenti:

Vale ha detto...

Consiglio questa ricetta a tutti i golosi. E' una vera esplosione di gusto e di colore! Facilissima da preparare.
Alla mala parata, se si ha fretta, si puo' comprare la pasta già pronta.. Gnam Gnam.
Complimenti alla cuoca

Mariluna ha detto...

2 bellisimo e tu sei bravissima sono proprio contenta di averti conosciuto, penso che qualche tua ricettina la copiero'..molto volentieri;) Buona notte