domenica 15 maggio 2016

GLI CHOUX DI MAMMAZAN E IL SALONE DEL LIBRO...ULTIMO GIORNO


Il dolce latte dell'avversità...


La filosofia...
William Shakespeare ( 1564-1616)


Oggi, come recita il titolo del post, è l'ultimo giorno utile far visitare il Salone del Libro al Lingotto di Torino...
Quest'anno ho defezionato anche perché anche ieri sono andata a Torino per altri motivi e ..volevo risparmiare le forze per domani...
Per chi abita in provincia non è difficile raggiungere il capoluogo ..
In circa 40' si arriva a Porta Susa e poi con la metro occorrono altri 10' per arrivare alla fermata che è situata a pochi metri dall'ingresso del Lingotto...


In compenso ci andrà mia figlia e mio genero e con i loro piccoli...
Non visiteranno tutti gli stand..ovviamente!
Con due bimbi, la cui età spazia dai quasi 5 della più grande ai 3 appena compiuti del piccolo bisogna, calibrare soprattutto le loro forze...
Mia figlia mi ha detto che andranno allo stand 5 dove potranno trovare tutti le novità per i ragazzi...
Le ho raccomandato di acquistare per conto mio un paio di libri per i  miei nipotini...oltre a quelli che acquisterà lei...
Ormai la loro bibliotechina è veramente ben fornita ma sono sempre contenti quando ricevono dei nuovi libri da farsi leggere..
E sono stati contenti quando ho preparato questi choux ...
Se li sono divorati uno dietro l'altro..sotto l'attenta supervisione della mamma!!!
Gli choux sono delle nuvole leggere e delicate e soprattutto versatili,
Infatti possono "ospitare" sia dei ripieni dolci che salati..
Si preparano in poco tempo e  si conservano abbastanza a lungo sia posti in frigo che congelati fino al momento dell'uso...
Una vera risorsa!..
Mia figlia mi ha detto che la loro consistenza è diversa da quelli acquistati in pasticceria...
Per forza!!
E' un prodotto da forno....CASALINGO!!!


Per la ricetta ho fatto capo a quella di Maurizio Santin.

Tempo di preparazione: circa 15'
Costo: basso
Difficoltà:*

INGREDIENTI

120 GR DI ACQUA
60 GR DI BURRO
75 GR DI FARINA 00
2 UOVA
1 PIZZICO DI SALE
1/2 CUCCHIAINO DI LEVITO PER DOLCI

In un pentolino medio e a fondo spesso porre l'acqua e il burro fino a raggiunge il bollore...


Ritirare dal fuoco e versare tutta d'un colpo la farina...


Mescolare per bene con un a frusta e rimettere sul fuoco...
Continuare a cuocere fin quando la palla che si è formata tenderà a staccarsi dalle pareti del pentolino..
Far intiepidire..


Unire un uovo intero per volta..


Trasferire la massa ottenuta in una sac a poche con bocchetta liscia del diametro di un cm.
Fare dei mucchietti  di dimensioni il più possibile simili su una teglia grande ricoperta da carta forno....


Con la punta di un dito inumidita abbassare la crestina che si è formata...


Eccoli qui pronti ad essere infornati....


Infornare ora in forno preriscaldato, ventilato con il termostato impostato sui 175° fin quando appariranno ben gonfi e dorati...
Ci vorranno pochi minuti a seconda del forno..
Ora se non vengono utilizzati subito, come consiglia Santin, si possono, una volta raffreddati, conservare i frigo o congelati.


Per farcirli mi sono avvalsa di una crema chantilly pronta da montare secondo le istruzioni riportate sulla confezione...


Eccoli qui sotto belli gonfi e dorati!!


Tagliarli a metà con una forbice...


 E farcirli con crema chantilly o semplice panna montata usando di nuovo la sac a poche...


SI fa in un attimo!
Spolverizzare con zucchero a velo..
Buona domenica e buon Salone per chi riuscirà ad andarci!!

4 commenti:

TheBella70 ha detto...

Oh, mamma mia che bontà?!!!!!!
Grazia, ci prendi sempre per la gola!!!!
Un abbraccio e buona domenica a te!

Barbara Froio ha detto...

Me ne spedisci un paio? Sono irresistibili, complimenti.

Liz ha detto...

Che bontà! Ma quanto sono durati, 10 minuti? Questo è uno di quei dolci che hai appena il tempo di fotografare e poi sparisce!

Cipensiamo Noi ha detto...

Ma che meraviglia questi bignè, davvero molto gustosi e belli da vedere ma soprattutto buonissimiiii!!!! Complimenti cara, una vera bontà e bellezza.Bacione Mirta, buon inizio settimana !