domenica 13 aprile 2014

La Challah


I cretini sono sempre più ingegnosi delle precauzioni che si prendono per impedirgli di nuocere...
Arthur Bloch (1948)


Ma quanto ho camminato...
Ma quante cose belle ho visto...
Ma quanto freddo ha fatto a New York...
E quanto sono stati deliziosi gli amici che mi hanno ospitata!!!!
Questo post è dedicato a loro e in particolare ho preparato questo pane come omaggio a Miriam la moglie del mio amico Angelo....
In questo post non vedrete, care amiche, immagini della fantastica città che ho visitato..parzialmente.... perché per vistarla non bastano 10 giorni e neanche il triplo..
Nei prossimi post allegherò alcune delle foto più significative scattate al volo ...
E qui sotto potete ammirare ( cuore di nonna) i coniglietti che ho portato ai miei nipotini anche se la loro casa è piena di peluche..
Miss Liberty e il compagno con un omaggio pasquale....


Questo pane l'ho gustato a casa della mamma di Miriam durante una cena preparata  secondo la tradizione kosher ...


Ovviamente era molto più bello di quello che potete vedere nelle foto allegate infatti l'intreccio era perfetto ma alla fine ho perso la pazienza e l'ho intrecciato molto semplicemente anche se su internet era possibile visionare  degli intrecci più elaborati...
Ma il risultato è stato apprezzato ugualmente dai miei cari...basta vedere la sezione tagliata in fetta e furia perché il profumo era talmente invitante che mia figlia ne ha voluto assaggiare subito una fetta....
Era ancora caldo !!!


A posteriori ho capito che potevo preparare la Challah con il mixer ma ormai ero lanciata con le mani in pasta e con il procedimento manuale e così ho proseguito...



Ma la prossima volta..forse anche per Pasqua posso replicare ...


Tempo di preparazione: circa 30' più almeno 4 ore per la doppia lievitazione.
Costo: basso
Difficoltà:**

 INGREDIENTI  per due pani da circa 500 gr l'uno

500 gr di farina 00
14 gr di lievito secco 
180/200 gr di acqua tiepida
2 uova grandi
1 cucchiaino da caffè di sale fine
120 gr di olio di semi
60/70 gr di zucchero

Scogliere il lievito nell'acqua tiepida ...


Aggiungere 100 gr, di farina tolti dal totale...
Ho usato un contenitore piccolo, come appare nella foto, ma consiglio, poiché il lievitino crescerà parecchio, di usare una scodella grande ...


Mescolare con cura e far lievitare per circa 30'..


In una ciotolina sbattere le uova con il sale e lo zucchero...


Unire l'olio di semi....


Versare il tutto nella scodella contenente il lievitino  e, poca per volta, la farina....


Come ho consiglia prima il tutto si velocizza con l'uso del mixer....
Ungere per bene il panetto e porlo a lievitare per circa 2-3 ore come minimo in forno spento con la sola luce di cortesia accesa  fino al raddoppiamento del suo volume ...


Sgonfiare l'impasto a pugno chiuso, lavoralo un poco quindi dividerlo in due parti..


Ognuna deve essere divisa a sua volta in tre pezzi di ugual peso...
Formare dei filoncini e disporli come appare in foto formando la treccia a partire dal centro..
Girare quindi il tutto e completare la treccia dalla parte opposta...



Lo stesso procedimento va seguito per il secondo pane..
Posizionare le due trecce su una teglia grande ( va bene quella in dotazione del forno) ricoperta da un foglio di carta da forno...
Sbattere ora un uovo intero  con un poco di latte, pennellare le due trecce e cospargerle  con semi di sesamo  e  di papavero...


Porre nuovamente la teglia in forno sempre spento ma con la luce di cortesia accesa per 30'/40'...


Passato questo tempo infornare in forno preriscaldato, ventilato a 180° per circa 25'/30'...
E questo è il risultato...


Nei prossimi giorni, tempo permettendo, pubblicherò come ho fatto per  Natale degli stuzzichini da servire come antipasto per il pranzo di Pasqua  ma ottimi in ogni occasione....
Buon inizio di settimana a tutti!!!

7 commenti:

Gaudio (Franci) ha detto...

Bentornata!
Ho salvato la ricetta di questo pane tempo fa... chissà quando lo farò!
Un bacione! :o)

Simo ha detto...

bentornata! Immagino sia stato bellissimo...
che meraviglia questo dolce!
bacione grande

eli ha detto...

Wow non sapevo fossi stata a New York! Ultimamente ho pochissimo tempo per il blog :(
Ma non mi perderò sicuramente i prossimi post con le foto!!!
Ho sempre voluto fare la Challah, che poi è una brioche all'olio, ora che ho qui mia figlia, magari chiedo a lei di farmela eheheheheh!
Avevo visto un divertente reality dove dei panettieri erano alle prese con la treccia a quattro capi...da ammattire! :D
Un abbraccio!!!

Pamy ha detto...

Ben tornataaaaa.... bellissimo questo pane, e non vedo l'ora di vedere qualche foto di N.Y!!!

matematicaecucina ha detto...

conosco questo pane, il tuo mi sembra perfetto!
ritorno per leggere le cronache del viaggio
un abbraccio ed auguri per una Pasqua serena a te ed alla tua famiglia, Laura

Chiara (blackbird) ha detto...

Provato e mangiato oggi durante il pranzo di Pasqua. OTTIMO! Grazie per questa ricetta, la proverò anche in versione brioche alla marmellata! E' come una pasta brioche senza burro come consistenza, mi pare!

Grazie grazie!
Chiara

Roberta ha detto...

bentornata!dal tuoi post semnri in forma e mi fa paicere.qeusta ricetta è fantastica,sicuro da provare!è da un pò che mi sono messa a fare il pane in casa anche io e mi da molta soddisfazione.ovvimaente come tutti aspetto mille e mille foto di new york.da fan di Carrie di sex and the city adoro new york anche se solo con pensiero.odio il caos delle città,preferisco il verde di qualche paesino di provincia.