martedì 11 dicembre 2012

Un frutto di stagione e un dolce ovvero: Cake di caki




E vanno gli uomini ad ammirare le vette dei monti e i grandi flutti del mare...


E il lungo corso dei fiumi e l'immensità degli oceani e il volgere degli astri...



E si dimenticano di se medesimi...
Sant'Agostino ( 354-430)



Sono estroversa, mi piace chiacchierare, quando posso, con la gente, sorridere quando incontro qualcuno e puntualmente sono ricambiata con un sorriso e salutare i vicini anche se non li conosco personalmente...
E' un atto di cortesia....
Ma quella volta ho superato il limite...ed ora mi spiego meglio!!!
Tempo fa andavo a passeggio con la mia piccina e sul lato della strada che stavo percorrendo sia a destra che a sinistra avevo scorto due alberi di caki stracolmi di frutti ...
Quindici giorni prima avevo visto che i proprietari di uno degli alberi li stavano raccogliendo mentre in quel momento la raccolta era in atto sull'albero superstite anch'esso onusto di frutti : un uomo teneva la scala mentre l'altro  deponeva i frutti in un canestro...
"Buongiorno!!"
Ovviamente il mio saluto fu ricambiato...
Mentre tornavo  dalla passeggiata mi stavo chiedendo se la raccolta fosse terminata e arrivata vicino a casa di mia figlia notavo con piacere che era ancora in atto..
"Qual'è il momento ideale per raccogliere i caki???"
"Ma questo!!"
"Glielo chiedo perché il suo vicino poco più su li ha raccolti circa 15 giorni fa"
"Ne vuole qualcuno?"
"Ma grazie! Alla mia nipotina piacciono tanto!!"
E rivolgendosi alla persona che reggeva la scala gli dice: "Va a prendere un sacchetto" 
Poi cambia idea e va a recuperare una cassetta bella grande e la riempie di caki.
"Abita qui vicino?"
"La casa dopo la sua..è proprio qui accanto"..
"Allora gliela sporgo volentieri"
Ovviamente lo ringrazio moltissimo!
Per farla breve deposita la cassetta vicino alle scale e se ne va non senza aver offerto i suo caki anche ad un altro condomino che però rifiuta..proprio non gli piacciono..
Ho tentato di sollevare la cassetta in questione e ci sono riuscita a stento...pesava almeno 15Kg..
Ed ora man mano che maturano ce li pappiamo Giulia compresa che nel frattempo ha imparato a dire che i caki :"Sono dolci e..maturi"""
Che forza quella bimba!!!
Tempo di preparazione: circa 20'
Costo: Nel mio caso quasi zero ma comunque basso
Difficoltà:*

INGREDIENTI
560 gr di caki, peso netto
50 gr di mandorle senza pellicina scura
150 gr di ricotta
4 uova
250 gr di farina autolievitante
1 bustina di vanillina
100 gr di zucchero
80 gr di burro

Lavare i caki e spellarli con pazienza..io sono partita da un peso loro di circa 900 gr..



Trasferirli quindi nel mixer e frullarli qualche secondo...


Unire ora la ricetta e mixare fino a quando si ottiene un composto omogeneo....



In una capace scodella mescolare burro morbido con lo zucchero e lavorare i due ingredienti con le fruste elettriche....



Aggiungere ora un uovo intero per volta...



E quando si è ottenuta una massa bella cremosa aggiungere il frullato di caki e ricotta....



Mescolare la farina autolievitante con le mandorle ridotte in polvere...


E aggiungerla poco per volta al contenuto della scodella ...



Fin quando si è ottenuto un composto omogeneo...



Trasferire il tutto in uno stampo di silicone e assestarlo sbattendolo con delicatezza sul piano di lavoro...


Infornare in forno preriscaldato, ventilato con il termostato impostato sui 170° per circa 45' ....
Fare la prova dello stuzzicadenti...deve uscire asciutto.


Far raffreddare perfettamente il dolce prima di sformarlo su un grande piatto da portata..


Ho cosparso la superficie con lo zucchero a velo ma il dolce se lo è assorbito tutto!!!
Si conserva in frigo per alcuni giorni...
Spero la ricetta sia piaciuta alle mie amiche tanto da provare a realizzarla!!!

6 commenti:

Ely ha detto...

Ahahah ma tu sei fortissima, amica mia! Davvero grandiosa. E mi piaci così, così solare e luminosa.. così estroversa e adorabile! Questa torta è la fine del mondo, pare di sentirne la morbidezza solo a guardarla..! Complimenti di cuore e un bacio alla tua piccina.. tanto tenera e dolce.. più dei cachi maturi!! :D <3 tvb

carmencook ha detto...

Ma che bella idea i caki nella torta!!!
Sei un portento Grazia!!!
E' una vera meraviglia!!!
Un abbraccio e a presto
Carmen

ELel ha detto...

A casa dei miei c'è un albero di cachi enorme e a nessuno piacciono! Io li faccio raccogliere per mio marito, mi sa che ne terrò qualcuno per provare questa torta ;)

Mari e Fiorella ha detto...

Ma che bella ricetta originale e che bella pagina di vita,e nonna e nipotina come sempre deliziose! Ciao, buon proseguimento.

Simo ha detto...

ma che bel dolce...in quello stampo regale poi....fa un figurone!

delizia divina ha detto...

che bella ricetta...da provare!!!