mercoledì 6 giugno 2018

RISO VENERE CON VERDURE E STRACCHINO


Quando l'amicizia ti traversa il cuore...


Ti lascia un'emozione che non se ne va..
Laura Pausini ( 1974)


Stamattina al supermercato mi è venuta in mente una "cosa" che avevo appreso tanto tempo fa.
Il  dirigente di un' industria conserviera americana che vendeva tra altri prodotti  olive in salamoia ebbe una geniale idea.
Togliendo un'oliva da ogni singolo barattolo e calcolando  il numero dei barattoli che sarebbero stati   messi in più sul mercato l'azienda avrebbe tratto un consistente guadagno.
 Stavo acquistando al supermercato  gli asparagi che mi sarebbero  serviti per la preparazione del piatto e ho visto una signora che pesava i mazzetti preconfezionati e garantiti per il peso di 500 gr.
Ebbene non ce n'era uno che rispettasse il peso garantito dal produttore : 10 , 15 gr in media di meno.
Fate voi care amiche il guadagno per la ditta e anche la frode ( minima se si pensa per l'acquirente) ...
Dopo queste sterili spigolature ecco cosa propongo oggi con gli ultimi ..forse asparagi...
Comunque ci sempre quelli surgelati che sono buonissimi!





Tempo di preparazione: 40'
Costo: medio
Difficoltà:*

INGREDIENTI

200 GR DI RISO VENERE
200 GR DI FAVE SURGELATE
300 GR DI ASPARAGI FRESCHI
1 CAROTA
1 SCALOGNO
4 FETTE DI PANCETTA COPPATA
100 GR DI STRACCHINO
SALE, PEPE 

Lessare il riso secondo il tempo indicato sulla confezione: mediamente dai 35'/ai 40'.
Scolarlo per bene e metterlo da parte.
Nel frattempo pulire gli asparagi eliminando i gambi duri , lessare anche questi e farli insaporire in padella con poco olio e 1 spicchio d'aglio da eliminare a fine cottura.
Stessa sorte va riservata alle fave che dopo 10' di cottura vanno sbucciate e fatte insapore  nella stessa padella ove si sono fatti "saltare" gli asparagi".
In un capace tegame far appassire lo scalogno tritato fine e la carota anch'essa tritata finemente.
Unire anche la pancetta a pezzetti.
Aggiungere  i gambi  degli asparagi tritati e parte delle fave.
Conservare le punte  per la decorazione del piatto come pure qualche fava  . 
Ora unire   il riso che abbiamo lessato in precedenza e farlo insaporire per bene per qualche minuto.
Per ultimo mescolare per bene lo stracchino  fin quando si è ben amalgamato al resto.
Trasferire il tutto in una pirofila che possa anche andare in forno ( nel caso si voglia preparare il piatto con anticipo), livellare e decorare come appare in foto.
Buon appetito!!










4 commenti:

Michela ha detto...

Buonissimo e raffinato, buona serata baci

andreea manoliu ha detto...

Buono, buono !!! anche io ieri sera ho fatto un insalata di riso venere, chi sa quando riuscirò a condividerla !

Apriti Sesamo ha detto...

Non sono per niente sterili le tue riflessioni... Come quando al inizio molti supermercati credevano che il resto di uno o due centesimi non fosse dovuto... Ottima ricetta, me la segno!

Federica Simoni ha detto...

adoro il riso venere, deve essere buonissima questa ricetta!!