mercoledì 31 gennaio 2018

LA TORTA AL BUDINO E LE BLOGGER DE...DE....



Nulla mi riesce più gradito che scoprire che  la virtù in una persona nella quale non avrei mai sospettato l'esistenza.

E' come trovare un ago nel fienile.
Esso punge!
Se possediamo delle virtù abbiamo il dovere di avvisarne la gente!
Oscar WILDE ( 1854-1900)



Il titolo del post non lascia dubbi...
La parte che segue risulta un poco criptico...
Desidero parlare delle colleghe blogger deluse e perché no demotivate...
All'inizio, parlo di circa 10 anni fa, eravamo in poche..
Oggi il numero dei blog di cucina è cresciuto in modo esponenziale...
Ognuna di noi considera questo spazio uno suo angolino personale in cui proporre qualcosa di interessante ed utile..
Le foto, all'inizio, erano poco belle, poi anche la tecnica fotografica si si è affinata e le foto, nella maggior parte dei blog,  sono degne di apparire in qualunque rivista di cucina...
Alcune di noi si sono date da fare con impegno e hanno ottenuto dei risultati apprezzabili...
Altre invece si sono un poco adagiate cedendo il passo alla delusione e alla demotivazione...
Una volta mi facevo un punto di onore di pubblicare una ricetta quasi ogni giorno...
Pi sono scesa a due..
Ora pubblico quando posso, quando ho tempo e soprattutto quando ne ho voglia...
Soddisfazioni ne ho avute molte...
Basta andare a dare un'occhiata alle collaborazioni che ho avuto, ben visibili nella sezione  loro dedicata.
Alcune sono state rinnovate dalla ditta ben 4 volte di fila..
Ma ora le cose sono cambiate.
Le ditte non inviano più o quasi i loro prodotti a fronte di uno scambio di ricette...le richieste probabilmente sono troppe da parte delle blogger!!
Io mi regolo così:
Se ho tempo pubblico, 
Se ho altro da fare no e devo avere anche la voglia di dedicare quella mezz'ora per stilare il post in modo corretto.
Se devo andare dai miei nipotini, ne hanno sempre una , il blog passa in seconda o interza linea.
Le visite sono diminuite tantissimo... cosa credo comune a tante colleghe.
Ma di questo non  mi dolgo.
Una volta scrivevo degli incipit lunghissimi e che venivano letti con entusiasmo...almeno cosi mi pareva..
Ora ho ridotto all'osso anche quello tanto tutte o quasi saltano subito alla lista ingredienti e basta.
I social e i canali televisivi  a qualunque ora del giorno  propongono programmi culinari...
Dolci che si preparano in 5 minuti ( non è vero in 5 minuti si riescono a pesare gli ingredienti, sperando di non dimenticare qualcosa come è capitato a me preparando le crepes cucinate a centinaia..avevo dimenticato di aggiungere la farina)
Insomma proposte di cibo ovunque e che mi hanno un poco stufato a dire il vero..
Sfide da combattere all'ultimo minuto, giudici spesso antipatici e dissacranti che fanno sentire i concorrenti degli inetti totali...  se vogliamo usare un gentile eufemismo.
Ma io sono una "vecchia"  signora che ora ha altre priorità!!!




Ecco qui!!
Lo sfogo è finito:::
Fra un poco devo uscire per andare dal  mio nipotino che ancora non sta bene..

Ecco la mia priorità per oggi e per i giorni futuri!!



La ricetta è tratta dal web: l'autrice me lo faccia sapere: avrò cura di citarla correttamente..

TEMPO DI PREPARAZIONE: CIRCA 30'
COSTO: BASSO
DIFFICOLTA':*

INGREDIENTI

3 UOVA
300 GR DI FARINA 00
150 GR DI ZUCCHERO SEMOLATO
100 GR DI OLIO DI SEMI
130 GR DI LATTE
1 BUSTINA DI LIEVITO PER DOLCI
1 BUSTINA DI VANILLINA
1 PIZZICO DI SALE
1 BUSTA DI PREPARATO DI BUDINO AL CIOCCOLATO
500 GR DI LATTE
 ZUCCHERO A VELO PER LA FINITURA

Prepariamo subito il budino al cioccolato seguendo le istruzione allegate  alla confezione...
Mescolare e con cura e far raffreddare...
Sbattere le uova con lo zucchero fino a farle montare per bene..
Sempre usando le fruste elettriche aggiungere il latte..




Quindi l'olio di semi..



La farina setacciata con il sale e la vanillina...



Un poco per volta...



Per ultimo unire il lievito setacciato..



Imburrare ed infarinare uno stampo rettangolare piuttosto grande,,,
Fare uno strato della crema ottenuta alternandola con una parte del budino...
Continuare fino all'esaurimento degli ingredienti...



Con uno stuzzicadenti creare dei vortici per movimentare un poco la superficie delle torta..



Infornare in forno preriscaldato, statico con il termostato sui 180° per circa 45'



Far raffreddare la torta su una gratella quindi tagliarla a quadretti regolari e spolverizzare coi abbondante zucchero a velo...
A voi tutto buon mercoledì!!!


5 commenti:

Anonimo ha detto...

Buongiorno e intanto complimenti per la ricetta..mi sa che la farò molto ma molto presto!!
E complimenti per il post. Io non sono una foodblogger: seguo molte foodblogegr per cercare sempre nuove ricette da provare e sperimentare. Ormai sono anni che navigo nel web e in effetti i post sono diventati sempre più "blasonati": spesso le ricette proposte sono a dir poco immangiabili con abbinamenti talmente strani che saranno anche buoni ma se li preparo a casa mi tirano il piatto in testa! E anche le foto: sempre più belle, perfette, ritoccate..peccato che quando rifai la stessa cosa nella vita reale il risultato a livello estetico non è lo stesso. Secondo me c'è troppa ricerca della perfezione, dello straordinario, del sensazionale, della ricetta fatta da quel maestro o da quello chef! Si è perso invece il gusto di pubblicare solo per condividere con altri le proprie esperienze e passioni..in molti blog ma non certo nel suo! Le sue ricette sono semplici e immediate, quando le faccio non rimango delusa dall'estetica e vedo che vanno spazzolate velocemente. Anche se ci sono pochi accessi lei continui a pubblicare (poco o tanto non importa)..ci sarà sempre qualcuno che apprezzerà il gusto della sua semplicità.
Con affetto,
lara

Sara ha detto...

Ciao Grazia,
anche se non ti commento, ogni tanto ti sbircio, quando il titolo mi incuriosisce :-)
Credo che mettere ansia o mortificare gli altri faccia parte del dna di quegli italiani che appaiono o che vogliono apparire. Non a caso mi viene in mente un esempio calzante: Masterchef.
Se vedi la versione italiana si capisce che è tutta scena ed è molto orientato come programma a fare proprio show e a mettere in mostra.
Se vedi la versione australiana, invece, è tutta un'altra cosa. Non un insulto, non un grido o una sceneggiata, anche quando uno deve tronare a casa. Mettono sempre in risalto i pregi dei concorrenti e dei piatti, ma non ti mortificano con i difetti.
E poi ci sono le masterclass, puntate intere con lezioni di cucina.
Quando posso, lo guardo sempre, anche se sono le repliche delle repliche delle repliche! Peccato lo facciano sempre di giorno, perché ahimé lavoro!^_^
Un abbraccione a te e ai tuoi nipotini,
Sara

speedy70 ha detto...

Ciao carissima, condivido pienamente quanto hai scritto! Avere un blog non deve essere ne diventare uno stress, ci mancherebbe, nella vita ci sono cose ben più importanti! Per me è il nostro angolino con coi condividere la nostra passione e scambiarsi consigli e idee. Vai avanti per la tua strada, e chi ha da criticare vuol dire che non ha di meglio a cui pensare (che tristezza!!!!), Bacioni a te e ai nipotini!!!!

andreea manoliu ha detto...

Fai bene a goderti i tuoi nipotini, credo che è una delle più importante priorità. Certo forse non sono venuta spesso a trovarti, ma non solo te, anche le altre, però per via che il tempo vola sempre e non riesco a comprendere tutto. Sicuramente questo angolino come anche il mio deve essere un luogo di rifugio, di relax e non di stress, perciò quando trovo quel poco tempo, mi fa piacere venire a trovarti e godere le tue bontà, come anche questa torta, che la trovo favolosa. Un abbraccio e a presto !

Mammazan ha detto...

@ Iara
Grazie per il bel commento..
Non hai idea di quanto mi abbia fatto piacere..
A presto con latte newss!!